Apertura Borsa Milano: Saipem e Mps provano il recupero

Piazza Affari rialza la testa dopo il tonfo di ieri. Saipem e Mps rimbalzo, mentre Fiat e Stm pagano i conti 2012

di Carlo Robino, pubblicato il

In apertura la Borsa di Milano prova a rialzare la testa dopo il tracollo di ieri (Chiusura Borsa Milano: Saipem e Mps affossano l’Ftse Mib). L’indice Ftse Mib a pochi minuti dall’avvio degli scambi si attesta a 17.329,83 punti, in rialzo dello 0,23%, complice il rimbalzo dei titoli che ieri avevano trascinato nel baratro Piazza Affari. Complice anche lo stop sulle vendita allo scoperto (Saipem, vietate le vendite allo scoperto), la controllata Enel che ieri aveva perso 4,7 miliardi di capitalizzazione in questo momento è in rialzo del 3,50% a 20,71 euro. Gli investitori incuranti della minaccia di Moody’s (MPS, Moody’s minaccia di tagliare il rating), tornano a comprare i titoli del Monte dei Paschi di Siena: l’istituto senese quota a 0,2495 euro in rialzo del 3,01%. Flessioni invece per St e Fiat dopo la pubblicazione dei conti 2012. Il produttore di semiconduttori cede lo 0,57% sulla scia di un 2012 in perdita, sopra le attese, di 1,16 miliardi di dollari. Il Lingotto invece cede l’1,44% a  4,392 euro per azione. 

 

 

 

Argomenti: Borsa Milano