Apertura Borsa Milano positiva: Fiat e banche in evidenza

Tentativo di recupero di Piazza Affari spinta da Fiat e dai titoli bancari. Con Londra e New York chiuse mancheranno le indicazioni macroeconomiche

di Carlo Robino, pubblicato il

In apertura degli scambi la Borsa di Milano fa registrare un andamento moderatamente positivo. Il Ftse Mib registra un progresso in area 17.000 punti  (+0,60%) grazie all’andamento dei titoli bancari. Su questo comparto si registrano guadagni per Bpm (+1,2%), Intesa (+1%), Unicredit (+0,9%) e Ubi (+0,8%). L’impressione è che oggi assisteremo ad una seduta caratterizzata da un tentativo di recupero dopo che l’ultima settimana aveva fatto registrare un ritorno delle perdite. I volumi – assicurano gli esperti – saranno particolarmente deboli a causa della chiusura per festività sia di Wall Street che di Londra. Sommato a questo aspetto si dovrà considerare la sostanziale assenza di indicazioni macroeconomiche (Calendario macroeconomico oggi 27 maggio: chiuse Wall Street e Londra). Tornando alle quotate di Piazza Affari si segnala il balzo di Fiat. Il Lingotto sale infatti del 3% a 5,57 euro per azione a seguito dell’indiscrezione del Wall Street Journal. Il prestigioso quotidiano nel fine settimana ha scritto della definizione di un piano da 20 miliardi di dollari che consentirebbe al gruppo guidato da Sergio Marchionne di salire al 100% di Chrysler e di quotarsi a Wall Street. Goldman Sachs, Bank of America e Deutsche Bank sarebbero già state contattate per supportare l’operazione.

Argomenti: Borsa Milano