Apertura Borsa Milano positiva: delusione per Fiat e TI Media

Il mercato aspettava esiti diversi per La7, così TI Media crolla. Il ribasso del mercato auto penalizza Fiat a Piazza Affari

di Carlo Robino, pubblicato il

L’apertura della Borsa di Milano fa segnare un moderato progresso degli indici. A quasi mezz’ora dall’avvio degli scambi il Ftse Mib è in progresso dello 0,54% a 16.494,00 punti. Il mercato azionario sembra che oggi abbia posto le premesse per una giornata all’insegna della fiducia ma si attende comunque la lettura dell’indice Zew. Sul fronte internazionale la Borsa di Tokyo ha chiuso in ribasso (Chiusura Borsa Tokyo: torna lo Yen forte, Nikkei in rosso) mentre oggi riprenderà la normale funzionalità Wall Street dopo la chiusura di ieri per la festività del ?President Day. In Europa la recessione continua a colpire duro ed il mercato auto è uno dei settori economici più penalizzati. Gli ultimi dati Acea hanno registrato la flessione più consistente dal 1990 con Italia e Fiat particolarmente negative (Mercato auto ai minimi da oltre vent’anni: Fiat e Italia sempre più in crisi). Il Lingotto è così uno dei titoli più venduti di Piazza Affari, in ribasso dello’1,83% a 4,29 euro per azione. Il tonfo più consistente però è quello di Telecom Italia Media (-8,32% a 0,1597 euro). Al mercato non piace la vendita all’imprenditore Urbano Cairo del solo asset La7 (Vendita La7: Cairo smentisce accordo con Della Valle). Non accolta la tardiva proposta di Diego Della Valle  per l’emittente Telecom. L’imprenditore marchigiano può consolarsi con la sua Tod’s su cui fioccano gli acquisti dopo l’upgrade di Nomura (Tod’s: Nomura alza il Rating a Neutral, target price alzato a 112).

Argomenti: Borsa Milano