Apertura Borsa Milano negativa: vendite su banche ed Enel

I mercati si focalizzano sulla zona euro sull'attesa dei pronunciamenti della autorità tedesche sullo scudo antispread. In verde Pirelli e Autogrill

di Carlo Robino, pubblicato il

Borsa-milano-spreadLa Borsa di Milano reagisce negativamente alla debole chiusura di Wall Street e alla nuova flessione dei listini asiatici con Tokyo in testa (Chiusura Borsa di Tokyo in rosso: la BoJ non decide). In apertura di scambi il Ftse Mib cede lo 0,90% a 16.407,61 punti ma è comunque debole l’intero panorama europeo. L’attenzione degli investitori è tornata prepotentemente sulle problematiche dell’Eurozona in attesa delle dichiarazione della corte costituzionale tedesca sullo scudo antispread (piano Omt) varato dalla Bce (Una sentenza della Corte Suprema tedesca potrebbe portare all’uscita dall’euro). La tensione sul mercato dei titoli secondari in questi primi minuti di scambi mette  ancora in evidenza la debolezza dei titoli bancari con MPS, Intesa Sanpaolo, Banco Popolare e Unicredit in fondo al listino. Male anche Enel che cede poco più dell’1% sui downgrade ricevuti questa mattina (Enel: Credit Suisse abbassa il Rating a Underperform, target price inalterato e Enel: hsbc alza il Rating a Neutral, target price inalterato). In un quadro generale in cui le perdite la fanno da padrone Pirelli e Autogrill svettano con rialzi superiori allo 0,80%.

Argomenti: Borsa Milano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.