Apertura Borsa Milano debole: vendite su Telecom, rimbalza Finmeccanica

Il clima a Piazza Affari è influenzato dalle stime del Pil in Europa. Finmeccanica prova un recupero mentre Telecom è sempre più debole

di Carlo Robino, pubblicato il

L’apertura della Borsa di Milano è in ribasso per le ultime indicazioni macroeconomiche. C’è delusione infatti per il dato del Pil tedesco nel quarto trimestre 2012, che ha mostrato un calo leggermente superiore alle stime degli analisti (-0,6% contro -0,5%). Male anche l’andamento economico in Francia con il Pil in flessione dello 0,3% nell’ultimo quarto dell’anno che implica un’economia francese a crescita zero nel 2012. Intanto sale l’attesa a Piazza Affari per le decisioni che prenderanno a Mosca domani e sabato i vertici internazionali riuniti al G20. Intanto viene confermata in avvio la tendenza dell’ultimo periodo di riduzione dello spread Btp Bund, anche grazie alle parole del commissario Ue Olli Rehn che ha lodato le decisioni prese da novembre 2011 in poi dal nostro Paese. Fra i titoli rimbalza leggermente Finmeccanica (+0,80%) nonostante la presa di posizione di Moody’s (Finmeccanica, Moody’s apre la porta al downgrade) mentre Eni (-0,34%) attende il cda di oggi che dovrà esaminare i conti del 2012. Telecom Italia (-0,63%) sempre debole dopo il nuovo downgrade di oggi (Telecom Italia: Berenberg abbassa il Target Price, rating inalterato). Su questo scenario il Ftse Mib veleggia attorno alla parità (-0,03% a 16.706,40 punti) in attesa di nuovi scossoni.

Argomenti: Borsa Milano