Apertura Borsa Milano cauta: Telecom in vetta, Fiat a picco

Gli investitori attendono i dati macro sulla disoccupazione Usa e operano in modo prudente. Le big del Ftse Mib viaggiano in modo opposto

di Carlo Robino, pubblicato il

In apertura di contrattazioni la Borsa di Milano parte prudente in attesa che nel primo pomeriggio vengano diffusi i dati sulla disoccupazione negli Usa. Il clima sui mercati tende comunque ad essere positivo dopo la decisione della Bce di sostenere l’economia europea con una politica monetaria più accomodante. Nei primi minuti di contrattazioni in evidenza il titolo Telecom Italia che nonostante la valutazione negativa di Barclays (Telecom Italia: Barclays Capital abbassa il Target Price, rating inalterato) guadagna l’1,60% sulla scia di indiscrezioni secondo cui il presidente Franco Bernabe’ nel cda dell’8 maggio metterà sul tavolo le proposte di scorporo della rete e di negoziato con 3 Italia. Bene anche Lottomatica che avanza dell’1,17% dopo la promozione di Nomura e in generale i titoli bancari dopo il taglio dei tassi da parte della BCE. Scivola invece Fiat dopo che ad aprile la sua quota di mercato europea è scivolata al 30,19% (Immatricolazioni Fiat in forte calo, crolla il mercato auto in Italia). Su questo scenario il Ftse Mib viaggia leggermente sotto la parità (-0,11%) a 16.730,64 punti.

Argomenti: Borsa Milano