Borsa di Milano torna col segno più: boom di Telecom, vendite su Saipem

di , pubblicato il

borsa milano positiva

Ore 16:00 – I mercati hanno metabolizzato le parole di Mario Draghi e così gli acquisti tornano a prevalere a Piazza Affari. La conferma che i tassi di interesse rimarranno ad un livello piuttosto basso (Draghi lancia segnali rassicuranti sulla ripresa. Bce pronta a intervenire. Tassi fermi) hanno fatto scattare la fiducia sulle banche. L’unica a rimanere col segno negativo è Ubi (-0,28%) . Telecom prosegue e mette a segno un rialzo poderoso superiore all’8%.

 

 

 

 

Ore 11:35 – Trascorse più di due ore dall’avvio degli scambi, Piazza Affari rallenta la sua corsa tanto da finire in territorio negativo. In rosso le principali banche con Intesa, Unicredit e Mps (cali intorno al mezzo punto percentuale) che affossano il settore. La galassia Eni è bersagliata dalle vendite con Saipem che cede l’1,51%. Telecom Italia mette a segno un +5% dopo i rumors sul’ingresso di un nuovo socio industriale (Telecom Italia: Bernabè chiama Sawiris per entrare nel capitale?)

 

 

 

 

 

Ore 09:45 – La Borsa di Milano trascorsi diversi minuti dall’apertura degli scambi mostra una buona intonazione ed anzi accelera guardando ai numeri dei principali indici. Oggi si registra una generale riscossa dei titoli del comparto bancario con Banco Popolare (+1,42%) che beneficia della cessione della quota detenuta in Azimut (Banco Popolare esce da Azimut con una ricca plusvalenza). Ritornano decisamente a correre Telecom Italia (+5,18%) ed Atlantia (+3,77%) con quest’ultima che beneficia dell’upgrade di Bofa (Atlantia: Bofa Merrill alza il Rating a Buy, target price alzato a 16.00). Restano leggermente sotto la parità invece Eni e Saipem, entrambe bocciate dalla casa d’affari giapponese Nomura (Eni: Nomura abbassa il Rating a Neutral, target price abbassato a 18 e Saipem: Nomura abbassa il Rating a Reduce, target price abbassato a 13).

 

 

La Borsa di Milano in apertura di contrattazioni torna a risalire dopo una seduta che l’ha vista indossare la maglia nera tra le piazze finanziarie europee (Chiusura Borsa di Milano in rosso: Piazza Affari la peggiore d’Europa). Il rialzo degli indici di Piazza Affari è certamente da iscrivere a ragioni tecniche tanto che gli esperti prevedono un assottigliamento delle percentuali all’avvicinarsi del pomeriggio quando Mario Draghi, a commento delle decisioni sui tassi di interesse, terrà la consueta conferenza del primo giovedì del mese. L’attenzione dei mercati sarà tutta rivolta alle stime Adp sull’occupazione negli Usa, dato che anticiperà la lettura definitiva di agosto per quanto riguarda il mercato del lavoro a stelle e strisce (Calendario macroeconomico oggi 5 settembre). Oggi intanto, con sullo sfondo la crisi siriana,  partirà il G20 di San Pietroburgo dove la padrone la faranno i temi economici quali il problema della disoccupazione e l’aumento della volatilità sui mercati delle economie emergenti (L’India rischia una nuova crisi finanziaria. La Rupia tiene con il fiato sospeso i mercati). I leader delle principali economie mondiali chiederanno spiegazioni ad Enrico Letta  sulla difficile situazione politica italiana che ieri ha contribuito ad affossare Piazza Affari.

Argomenti: