'Borsa di Milano vira in negativo: Finmeccanica a picco, acquisti su Telecom - InvestireOggi.it

Borsa di Milano vira in negativo: Finmeccanica a picco, acquisti su Telecom

di , pubblicato il

Ore 12:12 – La Borsa di Milano staziona sempre in leggero ribasso nonostante l’esito positivo dell’asta dei Ctz (Rendimenti in calo per l’asta dei CTZ, ma lo spread resta alto). Il differenziale Btp Bund a 10 anni rimane sempre alto intorno ai 273 punti base. A Piazza Affari si attendono i dati macro Usa del pomeriggio per cambiare marcia e intanto Terna svetta sul listino principale (+1,54%) sulla scia delle valutazioni positive per i conti semestrali presentati ieri (Terna: Kepler Cheuvreux alza il Rating a Buy, target price inalterato). Misto il comparto bancario mentre Telecom Italia prende l’1% all’indomani del via libera da parte dell’Agcom per lo scorporo della rete. Un altro ok ma questa volta da parte dell’Ivass per la fusione Unipol – Fonsai (Fusione Fonsai Unipol: via libera “con raccomandazioni” dall’Ivass) mette in luce i due titoli su cui si stanno concentrando gli acquisti degli investitori. Le vendite invece colpiscono sempre Finmeccanica nonostante la smentita ufficiale sull’ipotesi di aumento di capitale (Finmeccanica smentisce voci su aumento di capitale). Il Ftse Mib cede lo 0,34% a quota 16.376,83 punti.

 

 

 

 

 

Promette bene l’apertura della Borsa di Milano con gli indici ben impostati a pochi minuti dall’avvio delle contrattazioni. Oggi le trimestrali Usa si prenderanno una pausa così gli investitori saranno concentrati sull’unico dato macro di un certo interesse ovvero l’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan a luglio (Calendario macroeconomico oggi 26 luglio). In questi giorni sono comunque i risultati infrannuali delle quotate a muovere l’umore degli investitori come ad esempio a Seul. Samsung nonostante profitti in netto rialzo non ha convinto la piazza coreana per un lieve rallentamento nel segmento degli smartphone (Trimestrale record per Samsung ma gli investitori non la premiamo). Sul versante asiatico la Borsa di Tokyo è stata fortemente penalizzata dall’andamento di società che hanno presentato conti in marcato ribasso (Chiusura Borsa di Tokyo: indici in decisa flessione).

Nei primi scambi di Piazza Affari si evidenzia l’andamento in moderato rialzo per le banche con Bper addirittura in testa al listino con un+1,37% seguita da Terna che ieri ha presentato conti al di sopra del consensus (Semestrale Terna: utile +18,8% e ricavi +7,3%). Fioccano le vendite su Finmeccanica (-3,22%) sull’ipotesi di un aumento di capitale (Aumento capitale Finmeccanica: un’ipotesi che fa paura al mercato?). Su questo quadro il Ftse Mib è sulla parità a quota 16.427,68 punti.

Argomenti: ,