'Borsa di Milano vicina ai massimi del 2013, volano BPM e MPS - InvestireOggi.it

Borsa di Milano vicina ai massimi del 2013, volano BPM e MPS

di , pubblicato il

borsa milano positiva

Ore 15:20 – A pochi minuti dal’apertura di Wall Street, l’?indice Ftse Mib ha accelerato al rialzo dopo aver sforato la soglia dei 17.500 punti. Il listino principale della Borsa di Milano mostra ora un progresso di circa l?’1,5% a 17.580 punti. Il Ftse Mib inizia quindi a vedere i massimi del 2013 toccati a 17.897 punti nella seduta del 28 gennaio.

 

 

Ore 14:45 – Salgono i rendimenti dei titoli annuali (Tassi in rialzo per i Bot annuali. Stallo politico e Pil condizionano i prezzi) ma la Borsa di Milano continua a crescere e si conferma, al momento, come una delle piazze più brillanti in Europa. Ad imprimere uno scatto sono state le banche in particolare MPS e BPM. L’istituto senese guadagna il 3,60% nel giorno in cui si riunisce il cda per approfondire il piano industriale, mentre la banca popolare lombarda sta svettando con un +4,44% dopo che  il presidente del consiglio di sorveglianza è tornato a parlare della trasformazione societaria. La fotografia a Piazza Affari parla di rialzi generalizzati per i principali titoli e così il Ftse Mib prende lo 0,97% a 17.503,89 punti.

 

 

La Borsa di Milano percepisce il rasserenamento dal fronte politico interno ed esterno e così a pochi minuti dall’apertura delle contrattazioni gli indici sono generalmente ben impostati. Gli operatori intanto fra oggi e domani guarderanno all’asta sui titoli di Stato italiani (Calendario macroeconomico oggi 11 settembre). Stamattina verranno offerti Bot fino ad un ammontare massimo di 8,5 miliardi di euro e Bot flessibili a 101 giorni da 3 miliardi. I nostri titoli decennali in termini di rendimento sono ormai poco più rischiosi rispetto a quelli spagnoli e si scommette quindi su un rialzo dei tassi nei collocamenti di questi giorni. Su questo quadro, tuttavia, le banche italiane sono partite positivamente nei primi scambi. Intesa Sanpaolo guadagna l’1,49%, MPS rimbalza con un +2% mentre Unicredit avanza del 2,15% dopo l’upgrade di JP Morgan (Unicredit: Jp Morgan alza il Rating a Overweight, target price inalterato).

Mediaset in forte ascesa (+3,23%) dopo che è stata rinviata a giovedì la discussione nella Giunta per l’immunità del Senato mentre Telecom Italia cala dello 0,74% sulla scia delle grandi manovre all’interno dei soci Telco-Telefonica. Su questo il Ftse Mib prende lo 0,46% poco sopra i 17.300 punti.

Argomenti: