'Borsa di Milano sempre in rosso: svetta Fiat Industrial, tracollo per Telecom Italia - InvestireOggi.it

Borsa di Milano sempre in rosso: svetta Fiat Industrial, tracollo per Telecom Italia

di , pubblicato il

borsa milano 3

Ore 12:10 – Avvicinandosi a metà della seduta la Borsa di Milano continua a mantenere un andamento debole. Non aiuta a cambiare segno le indicazioni macro riguardanti la nostra economia (Disoccupazione giovanile al 39,1%. L’occupazione non è mai stata così bassa dal 2000) ma sono sempre alcune quotate ad affossare il Ftse Mib. Telecom Italia nonostante la smentita sull’ aumento di capitale continua a perdere oltre il 5% (Telecom Italia sospesa: raffica di vendite sul titolo), mentre le perdite per Mediaset ed Enel si limitano all’1%. Da segnalare il balzo di Fiat Industrial che dopo la pubblicazione dei conti trimestrali (Trimestrale Fiat Industrial: utile sopra le attese e ricavi in crescita) viene ben acquistata dagli investitori (+3%).  Il listino principale di Piazza Affari cede lo 0,26% a 16.500,17  punti.

 

 

 

 

Trascorsi alcuni minuti dall’apertura degli scambi la Borsa di Milano viaggia su territori negativi. L’orientamento degli investitori sembra quella di aspettare i diversi market mover di giornata (Calendario macroeconomico oggi 31 luglio) oltre che i conti di alcune delle più importanti quotate di Piazza Affari (Domani in Borsa: pioggia di trimestrali su Piazza Affari). Si attendono con una certa apprensione anche le decisioni della Fed dopo due giorni di riunione sulla politica monetaria Usa. Guardando alle quotate di Piazza Affari spicca l’andamento al ribasso dei titoli bancari con la sola Mps che si salva dalle perdite (+0,48%). Prevalgono le vendite anche su Mediaset (-1,97%), nel giorno in cui verrà pronunciata la sentenza della Cassazione sul processo che vede coinvolto Silvio Berlusconi, e soprattutto su Telecom Italia (-4%). Il colosso tlc è penalizzato da indiscrezioni stampa secondo cui il presidente Franco Bernabè starebbe pensando di proporre al cda di domani una ricapitalizzazione. Effetto trimestrali sui titoli più acquistati. Snam che poco fa ha presentato i conti riferiti al primo semestre 2013 (Semestrale Snam: utile in calo ma c’è l’acconto sul dividendo) guadagna lo 0,68%, Finmeccanica che svelerà oggi i risultati del periodo ha un incremento dello 0,61% mentre vola ancora sulla scia delle ultime performance (Semestrale Mediolanum: cala l’utile ma la raccolta è già da record) Mediolanum (+1,15%).

Su questo quadro il Ftse Mib cede lo 0,46% a quota 16.466,84 punti.

Argomenti: