Antichi Pellettieri sospesa: richiesto il concordato preventivo

La multa da 1,8 milioni di Consob manda all'aria i piani della società che chiede l'accesso al concordato preventivo

di , pubblicato il

Antichi Pellettieri molto negativa oggi a Piazza Affari tanto che la società è dalle ore 14 che continua ad essere sospesa dalle contrattazioni segnando un ribasso teorico del 2,19% a 11,15 cent. A far esplodere l’incertezza sulla società attiva nel settore del lusso accessibile la richiesta del cda di accedere all’istituto del concordato preventivo. Antichi Pellettieri ha fatto sapere che depositerà la richiesta di concordato “in bianco” insieme agli ultimi tre bilanci e nel caso che il tribunale accolga l’istanza, al giudice spetterà assegnare un termine tra i 60 e i 120 giorni per la presentazione del piano di ristrutturazione.

  La delibera, spiega una nota, “e’ stata assunta poiche’, seppure le trattative con le banche creditrici tese ad addivenire alla formalizzazione di un accordo per la ristrutturazione dei debiti della societa’ fossero nei giorni scorsi ormai giunte a conclusione, in seguito alla ricezione da parte della societa’ il 5 aprile 2013 di una sanzione Consob per 1,8 milioni, si e’ reso necessario il rinvio della formalizzazione dell’accordo di ristrutturazione“. Il board, inoltre, “ritiene opportuno, a  tutela degli interessi degli azionisti tutti, proseguire nelle interlocuzioni con il ceto bancario” per formalizzare l’accordo di ristrutturazione dopo le modifiche rese necessarie dalla multa Consob.

Argomenti: ,