Ansaldo Sts sugli scudi: Hitachi ha pronta un’offerta?

Pioggia di acquisti sul titolo grazie al ritrovato appeal speculativo. Se Hitachi dovesse fare un'offerta i multipli saranno presumibilmente molto elevati

di Carlo Robino, pubblicato il

Ansaldo Sts conferma il suo appeal speculativo a Piazza Affari e si attesta come uno dei titoli più acquistati con un rialzo del 3,37% a 8,28  euro per azione. Il titolo beneficia delle parole dell’amministratore delegato Sergio Luca che ha aperto alla cessione ad un altro operatore del settore. Secondo il manager di Ansaldo Sts, la società dei sistemi di trasporto  ferroviario, dovrà diventare necessariamente un player globale se non vuole rischiare una marginalizzazione sul mercato. Anche il presidente di Finmeccanica Alessandro Pansa ha rinforzato l’ipotesi dicendosi incerto sull’italianità del gruppo nel futuro. Il colosso interessato ad Ansaldo Sts sarebbe già stato individuato: secondo quanto riporta stamattina Il Sole 24 Ore si tratterebbe di Hitachi. Il gruppo giapponese sarebbe pronto a rilevare sia Ansaldo STS che l’altra controllata Finmeccanica Ansaldo Breda. L’interesse di Hitachi sarebbe vivo da diversi mesi ma ora, con la stabilizzazione del quadro politico italiano, un’offerta potrebbe essere davvero alle porte. Per gli analisti la notizia è positiva visto che l’operazione potrebbe parametrarsi sugli elevati multipli (circa dieci volte il margine operativo lordo) ai quali alcuni mesi fa è stata ceduto alla conglomerata tedesca Siemens il gruppo inglese Invensys Rail.

Argomenti: Ansaldo Sts, Borsa Milano