Ansaldo STS: Hitachi lancia OPA su capitale di minoranza

Il lancio di un'offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Ansaldo Sts non ancora detenute da Hitachi era attesa dal mercato

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il lancio di un'offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Ansaldo Sts non ancora detenute da Hitachi era attesa dal mercato

La società giapponese Hitachi ha reso noto di essere salita nel capitale sociale di Ansaldo Sts e di aver lanciato un’Offerta pubblica di acquisto (Opa) sul capitale di minoranza della società. Più nel dettaglio Hitachi ha sottoscritto un accordo per l’acquisto dell’intera partecipazione detenuta da Elliott in Ansaldo Sts, pari al 31,8% a un prezzo di 12,7 euro per azione. L’acquisto verrà effettuato mediante una transazione privata dal valore complessivo di 808 milioni di euro. La transazione dovrebbe avvenire entro il  prossimo 2 novembre. Con questa mossa Hitachi arriverebbe a detenere una partecipazione complessiva pari all’82,6% di Ansaldo Sts.
La stessa Hitachi ha anche annunciato, attraverso la controllata Hitachi Rail Italy Investments, la promozione di un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Ansaldo Sts non ancora detenute. L’operazione era attesa dal mercato.

Alistair Dormer, Ceo Railway Sistems Business Units di Hitachi, ha affermato: “L’acquisto rappresenta un ulteriore traguardo chiave nella strategia del gruppo Hitachi finalizzata a renderlo un leader globale nelle soluzioni ferroviarie”.

Argomenti: Ansaldo Sts