Alibaba tallona Facebook. IPO da 150-200 miliardi di dollari in arrivo?

La stima media sul valore di Alibaba è cresciuta del 28% da ottobre. Secondo diversi analisti, il colosso cinese varrebbe ormai più di Facebook. Pronta l'IPO per il 2014.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il

Alibaba si prepara all'IPOIl colosso cinese dell’e-commerce, Alibaba Group Holding Ltd., starebbe superando concorrenti temibili come Facebook e Yahoo, almeno stando alle valutazioni degli analisti.

In media, il gruppo viene stimato a 153 miliardi di dollari, con un balzo del 28%, rispetto alla media di 120 miliardi stimata a ottobre, successivo all’annuncio da parte dei vertici di un’IPO nel corso di quest’anno. Alibaba ha chiuso il trimestre conclusosi a settembre del 2013 con un utile di 792 milioni di dollari, mostrando un aumento del fatturato del 51%. A confronto, ha fatto di gran lunga meglio di Facebook, che ha concluso il trimestre con profitti per 422 milioni e della controllante Yahoo, 297 milioni.

Facebook, ad esempio, attualmente vale 159,4 miliardi di dollari, per cui i cinesi tallonerebbero la creatura di Mark Zuckenberg, anche se per diversi analisti la supererebbe di valore. Di certo, si tratterà della più grande IPO da quel maggio del 2012, quando sbarcò al Nasdaq il famoso social network. D’altronde, il business della società è basato in Cina, dove gli utenti ammontano a 618 milioni di unità. 

 

Ipo Alibaba: i possibili numeri

Secondo un report di Goldman Sachs del 29 gennaio, Alibaba varrebbe 150 miliardi, mentre per Cantor Fitzgerald 152,8 miliardi. Nel complesso, le 10 stime variano da una valutazione minima di 125 miliardi (Piper Jaffray Cos.) e una massima di 200 miliardi (Macquaries).

La società, fondata da Jack Ma, deriva gran parte del fatturato dalla pubblicità e dalle commissioni e sta cercando adesso di espandere il business dell’e-commerce negli USA, stringendo accordi per smartphone e tablet. Attualmente è controllata da Yahoo per il 24% e da SoftBank Corp. per il 37%.

Non sono mancati, tuttavia, due tagli recenti, riguardanti il valore stimato della società cinese. Sono arrivati da parte di Evercore Group LLCC, lo scorso 28 gennaio, che ha abbassato la sua valutazione del 5% a 150 miliardi, e di FBN Securities Inc., che lo stesso giorno h ridotto la stima da 160 a 145 miliardi.

Ma non tutte le attività, secondo Macqueries, potranno rientrare nell’IPO. Non sarebbe così per l’unità di microfinancing e Alibaba Cloud. Per Alibabab Group, infatti, s’intende l’intero gruppo, a cui fanno capo diverse business units.

 

 

 

Argomenti: col_Rullo, IPO

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.