Alerion Clean Power: nel primo semestre 2019 calano ricavi e gestione operativa, ma utili aumentano

di , pubblicato il
Alerion Clean Power chiude il primo semestre 2019 con ricavi ed MOL in calo, rispettivamente del 6,6% e del 6,3%; utili aumentano del 110% grazie ai minori oneri finanziari.

Alerion Clean Power chiude il primo semestre 2019 con ricavi ed MOL in calo, rispettivamente del 6,6% e del 6,3%; utili aumentano del 110% grazie ai minori oneri finanziari.

Conto economico primo semestre 2019

I Ricavi del primo semestre 2019 risultano in discesa del 6,6% a 30,9 milioni di euro, rispetto i 33,1 milioni di euro nel primo semestre 2018.

I ricavi operativi sono pari a 30,1 milioni di euro, registrando una diminuzione  del 4,7% rispetto ai 31,6 milioni del primo semestre 2018; ciò è dovuto sia al sopravvenuto termine del periodo di incentivazione del parco eolico di Monte Petrasi, sia per effetto della riduzione dell’incentivo unitario (92,1 Euro/MWh rispetto ai 99 Euro/MWh); la diminuzione dei ricavi operativi ha interessato soprattutto gli impianti siciliani, che hanno registrato una minore ventosità rispetto al primo semestre 2018.

Stessa dinamica per il Margine Operativo Lordo (MOL), risultato in contrazione del 6,3% a 25,2 milioni, a fronte dei 26,9 milioni di euro  raggiunti nel primo semestre 2018); tale calo rispetto al 2018 è riconducibile alla diminuzione dei ricavi consolidati.

Il semestre in corso si chiude infine con un risultato netto consolidato di pertinenza dei soci a 6,1 milioni di euro; la crescita è stata di ben il 110% rispetto ai 2,9 milioni di euro nel primo semestre 2018. Il Risultato Netto di Terzi del primo semestre 2019 è pari a 0,2 milioni di euro (invariato rispetto al 30 giugno 2018). Nel primo semestre 2018, in seguito all’esercizio della facoltà di rimborso anticipato del Prestito Obbligazionario 2015-2022, il Gruppo aveva sostenuto maggiori oneri finanziari legati al rimborso per 5,9 milioni.

Situazione patrimoniale e finanziaria

A fine giugno 2019 l’Indebitamento Finanziario Netto è pari a 325,8 milioni di euro, in crescita di i 98,9 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018. Tale aumento è principalmente legato alla maggiore spesa per investimenti ,che ha portato alla realizzazione dei tre nuovi parchi eolici in Italia ed alla recente acquisizione sul mercato spagnolo.

La variazione dell’Indebitamento Finanziario Netto riflette quindi :

  1. i flussi di cassa generati dalla gestione operativa pari a circa 18,3 milioni di euro;
  2. i flussi di cassa  assorbiti dall’attività di investimento pari complessivamente a circa 86,4 milioni di euro;
  3. l’adozione del nuovo principio contabile IFRS 16  che ha comportato la rilevazione di una passività finanziaria di gruppo che riflette l’obbligazione per il pagamento dei canoni di locazione futuri pari a 15,1 milioni di euro;
  4. la spesa per oneri finanziari netti del periodo e la variazione del fair value degli strumenti derivati per 8,4 milioni di euro;
  5. i dividendi corrisposti per 1,7 milioni di euro.

 

 

Argomenti: , ,