Acque Potabili e Sviluppo Idrico, fusione per incorporazione

di , pubblicato il

Acque Potabili e Sviluppo Idrico comunicano che sono state eseguite nel Registro delle Imprese di Torino, ai sensi degli artt. 2504 e 2504 bis 2° comma codice civile, le iscrizioni dell’atto di fusione per incorporazione di Acque Potabili in Sviluppo Idrico, stipulato in data 20 gennaio 2015 ed il cui progetto di fusione è stato approvato dalle rispettive Assemblee nel mese di settembre 2014.

Gli effetti civilistici della fusione decorreranno dal 1° febbraio 2015 mentre gli effetti contabili e fiscali saranno imputati al bilancio della società incorporante con efficacia retroattiva al 1° gennaio 2015. La Società incorporante post fusione assumerà la denominazione sociale di Acque Potabili S.p.A., con sede in Torino.

Alla data di efficacia della fusione tutte le azioni ordinarie Acque Potabili saranno annullate e concambiate nella seguente misura: 0,212 azioni ordinarie Sviluppo Idrico da nominali euro 1,00 cadauna per ogni 1 azione ordinaria Acque Potabili del valore di euro 0,10 ciascuna. Non sono previsti conguagli in denaro.

L’ultimo giorno di quotazione del titolo Acque Potabili S.p.A. nel segmento Standard Classe 1 del Mercato MTA è il 30 gennaio 2015.

A servizio del concambio, nel contesto del perfezionamento della Fusione, la Società Incorporante procederà all’aumento del proprio capitale sociale per massimi euro 5.633.096, mediante emissione di massime n. 5.633.096 azioni ordinarie di nuova emissione e all’annullamento senza concambio di tutte le azioni ordinarie della Società Incorporanda di proprietà della Società Incorporante.

Per l’effetto, salvi aggiornamenti dei dati numerici ove necessari in conseguenza delle operazioni di concambio, il capitale sociale di Acque Potabili S.p.A. sarà costituito da massime n. 7.633.096 azioni ordinarie da euro 1,00 (uno/00) nominali, pari a massimi euro 7.633.096. Nessun onere verrà posto a carico degli azionisti per le operazioni di concambio.

Le azioni ordinarie emesse dalla Società Incorporante saranno messe a disposizione degli azionisti della Società Incorporanda direttamente da Monte Titoli per il tramite degli intermediari partecipanti al sistema di gestione accentrata il 4 febbraio 2015.

Agli azionisti della Società Incorporanda cui in base al rapporto di concambio non spetti almeno una azione ordinaria della Società Incorporante, sarà comunque assicurata la possibilità di negoziare la frazione di azione ordinaria della Società Incorporante per pervenire a un quantitativo unitario, al prezzo di euro 1,105 per ogni azione della Società Incorporata non concambiabile.

Allo stesso prezzo potranno essere monetizzate tutte le frazioni eccedenti o mancanti necessarie per arrotondare all’unità il quantitativo delle azioni della Società Incorporante assegnate per concambio. Le azioni sono emesse in regime di dematerializzazione ai sensi della normativa vigente.

Argomenti: