Acconto dividendo Eni 2018 a 0,42 euro, semestrale tonica per la quotata

Utile operativo adj. più che raddoppiato per Eni nel secondo trimestre 2018

di Enzo Lecci, pubblicato il
Utile operativo adj. più che raddoppiato per Eni nel secondo trimestre 2018

Un acconto sul dividendo relativo all’esercizio pari a 0,42 euro per azione. Sarà questa la proposta che il consiglio di amministrazione di Eni farà. A confermarlo è stato il management del Cane a Sei Zampe chiamato ad approvare i conti semestrali della quotata.

Semestrale con molte indicazioni positive per Eni. Il colosso del settore oil ha mandato in archivio il primo semestre con ricavi per 36,07 miliardi di euro, in aumento del 7,1% rispetto ai 33,69 miliardi ottenuti nel primo semestre 2017. Più n particolare, la produzione di idrocarburi del primo semestre 2018 è stata pari a 1,87 milioni di boe/giorno con una crescita del 5% rispetto a un anno fa. Scendendo nel conto economico, l’utile operativo adjusted delle continuing operations è stato pari a 4,94 miliardi di euro, in aumento del 73,3% rispetto ai 2,85 miliardi dei primi sei mesi del 2017. Per finire, il risultato netto di competenza degli azionisti Eni è balzato a 2,2 miliardi di euro, rispetto ai 983 milioni contabilizzati nei primi sei mesi del 2017.

Per quello che riguarda i conti trimestrali, Eni ha mandato in archivio il secondo trimestre con un utile netto pari a 1,25 miliardi di euro, mentre i profitti adjusted del Cane a Sei Zampe hanno registrato una progressione del 66% a 767 milioni di euro contro i 463 milioni di un anno fa. Il dato rettificato è stato comunque più basso del consensus Bloomberg che si attendeva un dato pari a 989,5 milioni. Nel periodo compreso tra aprile e giugno Eni ha visto l’utile operativo rettificato salire a quota 2,56 miliardi, più del doppio rispetto al secondo trimestre 2017. A spingere all’insù l’utile operativo rettificato è stata la solida performance della E&P.

Per quello che riguarda il debito, alla fine del mese di giugno l’indebitamento finanziario netto era sceso a 9,9 miliardi di euro, dai 10,92 miliardi di inizio anno.

Per quanto concerne i target per l’esercizio in corso, i vertici di Eni confermato gli obiettivi finanziari e operativi per l’intero 2018. In particolare, il management del Cane a Sei Zampe ha fissato il target di produzione di 1,9 milioni barili equivalenti al giorno, +4% rispetto al 2017.

Argomenti: col_Rullo, Eni, Trimestrali

I commenti sono chiusi.