A2A a picco dopo la trimestrale: bene i ricavi ma l’utile è in calo

Le vendite sommergono il titolo A2A dopo la pubblicazione dei conti del primo trimestre 2018

di Enzo Lecci, pubblicato il
Le vendite sommergono il titolo A2A dopo la pubblicazione dei conti del primo trimestre 2018

A2A ha chiuso il primo trimestre 2018 con ricavi pari a 1.812 milioni di euro, in progressione di 190 milioni di euro rispetto a un anno fa e un margine operativo lordo che è salito a quota 408 milioni di euro, il 4% in più rispetto al primo trimestre 2017. Variazione positiva anche per il risultato operativo netto che è stato pari a 287 milioni di euro in crescita di circa 4 milioni rispetto ai primi tre mesi del 2017. Scendendo nel conto economico, l’utile netto di A2A relativo ai primi tre mesi del 2018 ha toccato quota 173 milioni di euro in leggero calo rispetto ai 180 milioni del primo trimestre 2018. Per finire, la Posizione Finanziaria Netta della quotata è risultata in miglioramento di 50 milioni di euro attestandosi a 3.176 milioni di euro rispetto ai 3.226 milioni di euro del 31 dicembre 2017.

Per quello che riguarda il 2018, A2A si attende un Margine Operativo Lordo compreso fra 1.150 e 1.180 milioni di euro, una redditività netta che dovrebbe attestarsi fra 360 e 390 milioni di euro e una generazione di cassa che dovrebbe attestarsi in un range compreso tra 0 e 100 milioni di euro.

La reazione del titolo A2A ai conti trimestrali è fortemente negativa. La quotata, infatti, è stata sommersa dalle vendite e in questo momento sta segnando una flessione del 4,4% imponendosi come il peggior titolo su un Ftse Mib imbottito di segni negativi.

Argomenti: A2a, Trimestrali