Cerved: pagamento eventuale dividendo sarà a maggio 2018

Il dividendo di Cerved, se sarà riconosciuto, verrà distribuito a maggio 2018. Il gruppo si aspetta ricavi e utili in crescita entro fine anno

di , pubblicato il
Il dividendo di Cerved, se sarà riconosciuto, verrà distribuito a maggio 2018. Il gruppo si aspetta ricavi e utili in crescita entro fine anno

Il mese di pagamento dell’eventuale dividendo di Cerved Information Solutions a valere sui risultati dell’esercizio 2017 sarà maggio 2018. Lo si legge in una nota della società in cui si precisa che l’indicazione non deve essere interpretata in nessun caso come previsione della sussistenza dei presupposti per la distribuzione del dividendo e che la decisione ultima sull’eventuale distribuzione del dividendo rimane di competenza esclusiva dell’assemblea degli azionisti.

Cerved ha registrato al 30 settembre un utile netto adj di 68,4 mln euro, in crescita del 10% rispetto ai 62,2 mln dei 9 mesi del 2016. I ricavi, sono di 288,9 mln (+6,7% a/a), l’Ebitda adj si attesta a 132,1 mln (+3,8% a/a) e l’operating cash flow e’ di 99 mln (+3,8% a/a). Al 30 settembre 2017 l’indebitamento finanziario netto, che include 48,2 milioni di dividendi pagati a maggio 2017, si è attestato a 504,8 milioni rispetto ai 522,8 milioni al 30 giugno 2017 e 523,4 milioni al 31 dicembre 2016.

I risultati al 30 settembre 2017 confermano il trend di crescita del gruppo in termini di ricavi, Ebitda adj, utile netto adjusted e operating cash flow. La leva finanziaria è scesa a 2,7 volte, livello minimo dalla quotazione”, ha detto l’a.d. Marco Nespolo. “Oltre che sulla continua crescita in tutte le nostre linee di business, siamo attualmente focalizzati anche sull’implementazione delle importanti partnership industriali recentemente annunciate con Banca Mps, Quaestio e Banca Popolare di Bari, che comporteranno una importante crescita in termini di masse di Npl in gestione, ricavi ed Ebitda, rafforzando ulteriormente la nostra posizione di principale player italiano indipendente nella gestione di crediti sia in bonis che problematici“.

Per quanto riguarda l’evoluzione della gestione per l’esercizio 2017 il gruppo si aspetta uno scenario di crescita dei ricavi ed Ebitda adjusted, oltre ad un miglioramento dei processi di integrazione, razionalizzazione ed efficientamento delle attività, con l’obiettivo di migliorare sia la redditività sia la generazione di operating cash flow.

Argomenti: