Zona rossa e zona arancione: colori delle regioni dalla prossima settimana

Lombardia, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia verso l'arancione, c'è addirittura chi vede la zona bianca nel futuro prossimo.

di , pubblicato il
Zona gialla

Quali regioni passeranno in zona rossa e zona arancione dal 12 aprile? Come ogni venerdì, c’è attesa per il report ISS con i dati settimanali regionali che indicano l’incidenza e il numero di contagi. Considerando che, almeno fino al 20 di aprile, tutte le regioni dovranno rimanere solo in zona rossa e arancione le uniche speranze sono riferite ad un eventuale passaggio verso l’una o l’altra fascia.

Zona rossa e zona arancione: Lombardia, Emilia Romagna e Friuli quasi certe del passaggio

Dopo il lockdown di Pasqua, l’Italia è tornata a tingersi di rosso e arancione a seconda dell’RT regionale. Dallo scorso 6 aprile a passare in zona arancione sono state Marche, Veneto e provincia di Trento. Con il report di oggi altre regioni possono sperare in un cambio verso la fascia meno rischiosa, che significa anche regole meno rigide per gli spostamenti all’interno del proprio Comune e apertura di alcune attività.

A sperare concretamente nel passaggio dalla zona rossa alla zona arancione sono la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Friuli Venezia Giulia, che quasi certamente torneranno arancioni da martedì 12 aprile. Il Governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha chiarito che la regione ha ottime possibilità di tornare nella fascia meno rischiosa:

«Non escludo che si possa essere arancioni dalla prossima settimana. I numeri sono confortanti in queste ultime settimane. Oggi l’indice Rt in regione è attorno allo 0,80. Vuol dire che chiusure e restrizioni stanno contando, come sempre sono le uniche che funzionano».

A sperare sono anche Piemonte e Toscana, ma la situazione sembra molto più incerta.

Chi rimane in zona rossa e chi spera nella zona bianca

A rimanere in zona rossa quasi sicuramente sono la Campania, la Puglia e la Valle D’Aosta.

Se i dati di oggi saranno confermati, avremo in zona rossa solo queste tre regioni più forse Toscana e Piemonte. In zona arancione Lombardia, Liguria, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Entro la giornata di oggi, il ministro Speranza dovrebbe firmare la nuova ordinanza con data di partenza dal 12 aprile. Ricordiamo anche, che alcune delle regioni indicate hanno addirittura numeri da zona gialla e per questo motivo possono sperare nell’addolcimento delle regole dopo il 20 aprile.

Addirittura, a sperare nella zona bianca nelle prossime settimane, sono l’Umbria e il Molise. Se entrambe riusciranno a mantenere i contagi intorno ai 50 casi su 100mila abitanti nei prossimi 15 giorni, alla fine di aprile potranno passare alla zona bianca, una fascia già provata dalla Sardegna a marzo, anche se poi è durata solo due settimane.
Intanto, secondo la mappa europea del Centro per il controllo delle malattie (Ecdc) l’Italia è tutta in grigio scuro. Significa che le informazioni sono insufficienti o il numero di test effettuati sono meno dei canonici 300 ogni 100mila abitanti. Resta da capire il motivo di questa colorazione.

Vedi anche: Regioni che cambiano colore dal 12 aprile: tre sperano nella zona arancione

[email protected]

Argomenti: ,