Viaggi low cost: i costi nascosti che fanno lievitare il prezzo finale

Viaggiare low cost ma attenti ai costi nascosti, potrebbero essere delle vere e proprie trappole.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Viaggiare low cost ma attenti ai costi nascosti, potrebbero essere delle vere e proprie trappole.

Viaggiare a prezzi accessibili è ormai per tutti ma fare attenzione ai costi a sorpresa è quanto meno necessario. Con l’avvento di internet e la possibilità di prenotare voli low cost, treni, mezzi di trasporto e persino hotel a prezzi bassi, tutti siamo diventati turisti fai da te. Insomma, rispetto a qualche anno fa si riesce a spendere nettamente meno per viaggiare, tutto questo grazie ad app, siti che confrontano le tariffe aeree, alloggi e via dicendo. Le compagnie aeree poi si sono adeguate al mercato proponendo tariffe sempre più convenienti ma questo potrebbe non essere sufficiente ad evitare i costi nascosti a cui è necessario fare attenzione in maniera minuziosa. Quando si parla di costi nascosti sono intesi tutti quei costi che fanno lievitare il prezzo finale. A quel punto la ricerca in incognito o durante certi giorni della settimana non servirebbe più molto dovendo far fronte al prezzo che si alza per altri balzelli quasi invisibili. A svelarci quali sono queste piccole trappole rovina vacanze è Business Insider.

I costi nascosti che fanno lievitare il prezzo finale

Ci sono alcuni servizi supplementari che se non controllati per tempo fanno aumentare di molto il conto finale. Questo accade soprattutto quando si prenotano voli aerei su siti esterni, comparatori che rimandano poi ad altri siti. Procedendo con l’acquisto del volo, non di rado, succede che il sistema flagghi in automatico altri servizi come assicurazioni, noleggi etc etc. L’utente meno attento potrebbe così ritrovarsi a pagare di più. Insomma, prima di  procedere al pagamento è sempre meglio controllare che tutte le caselle, soprattutto quelle che non ci interessano, siano deflaggate.

Attenti agli extra della carta di credito

Fare attenzione ai costi della carta di credito è un monito. Molti siti di prenotazioni di viaggi applicano infatti dei sovrapprezzi per pagamenti con carta. Questo avviene sempre, o almeno spesso, quando si confrontano prezzi sui comparatori e quando il sistema offre come soluzione economica quella che mixa due compagnie aeree. Rinviando a portali esterni alla fine il costo presentato in precedenza potrebbe cambiare una volta selezionato il pagamento con carta di credito, come spesso accade per circuiti come American Express.

I pacchetti all inclusive convengono davvero?

Non sembrerebbe ma anche i noti pacchetti volo e hotel o all inclusive, quelli cioè che includono il volo e il soggiorno e in alcuni casi anche i trasferimenti dall’aeroporto e viceversa, sono spesso convenienti rispetto alle prenotazioni separate ma non sempre. Anche questi, infatti, contengono dei costi aggiuntivi che non sempre interessano chi acquista.

Costi trappola per bagagli e check in

Mentre le compagnie di linea quasi sempre offrono il bagaglio da stiva incluso nel prezzo, per le low cost questo va pagato in più. La stessa cosa ormai sta accadendo per alcune compagnie low cost che hanno deciso di ampliare gli orizzonti verso mete intercontinentali e che fanno pagare il bagaglio da stiva a parte. Anche il check in in aeroporto si paga per alcune compagnie low cost se si fa al banco e non costa pochissimo. Farlo online da casa e stampare la carta di imbarco o salvarla nell’app della compagnia invece è sempre gratis.

I costi a cui non si pensa, notti inutili in hotel o aeroporti lontani dal centro

Non in ultimo va considerato il fattore volo aereo trovato a prezzo stracciato ma con partenza alle 6 del mattino. Questo però pregiudica una notte in hotel aggiuntiva e un giorno perso. La stessa cosa vale per quelle compagnie che propongono voli low cost ma l’aeroporto in cui ha la base si trova molto lontano dalla città e questo significa un costo maggiore per i mezzi pubblici che collegano lo scalo alla meta da raggiungere. Insomma, farsi due calcoli è sempre conveniente e non fermarsi alla prima offerta che si trova.

Leggi anche: Viaggiare 2.0: come avere voli low cost grazie ai biglietti invenduti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Social media e internet