Viaggi in Italia sconsigliati durante il coronavirus: i paesi che ci mettono in ‘quarantena’

L'Italia messa in quarantena da molti paesi europei e non solo: viaggi sconsigliati e a rischio c'è il pil del paese.

di , pubblicato il
L'Italia messa in quarantena da molti paesi europei e non solo: viaggi sconsigliati e a rischio c'è il pil del paese.

L’emergenza Coronavirus ha messo l’Italia in quarantena, a rischio ci sono i viaggi verso il nostro paese ma anche gli spostamenti verso altri paesi. Si allunga, infatti, la lista dei paesi che stanno sconsigliando i viaggi in Italia o comunque impongono di fare attenzione nel recarsi nel nostro paese. 

Paesi interessati

Bosnia, Croazia, Macedonia, Serbia, Irlanda, Israele. Questi paesi hanno consigliato ai propri cittadini di evitare di recarsi nel nostro paese a causa dell’epidemia del Coronavirus che finora ha contagiato più di 230 persone. Meno drastiche Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti che hanno invece consigliato ai cittadini che si trovano in vacanza in Italia di fare particolarmente attenzione mentre la Francia ha imposto a coloro che tornano dalle zone maggiormente colpite, Lombardia e Veneto, di mettersi in quarantena. La Croazia ha deciso di sospendere tutte le gite in Italia e di evitare viaggi in Veneto e in Lombardia ma misure stringenti saranno adottate anche da chi proviene da Emilia Romagna e Piemonte. Gite rimandate anche per gli studenti della Serbia e della Grecia. Il ministro della sanità di Israele, Yaacov Litzman, ha consigliato ai cittadini di evitare viaggi in Italia e forse imporrà una quarantena per chi torna dal nostro paese. Stessa mossa per l’Irlanda che sconsiglia di recarsi in Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna e Lazio mentre si stanno ancora pensando ad eventuali provvedimenti per la partita del Sei Nazioni di rugby Irlanda-Italia in programma il 7 marzo. Anche la Romania ha imposto la quarantena obbligatoria per chi arriva dalle aree colpite dal virus mentre il Sudafrica controllerà tutti i cittadini in arrivo dal nostro paese. 

Italiani in viaggio

Il problema esiste anche per gli italiani che dovevano partire in questi giorni per l’estero o che dovranno farlo.

Molti stanno decidendo se annullare o meno il viaggio e aspettano di sapere se è possibile ottenere o meno un rimborso da parte dell’agenzia. Nel frattempo le associazioni si stanno muovendo. Da quello che si apprende appare poco plausibile che chi cancellerà il viaggio verso paesi in cui non vigono divieti certi otterrà un rimborso, diverso il discorso per viaggi in Italia dove sono previsti rimborsi da parte di Italo e Trenitalia.

La presidente della Federazione Italiana Associazione Imprese Viaggi e Turismo, Ivana Jlenic, ha fatto sapere che “La situazione è fuori controllo e di una gravità assoluta. Noi ci aspettiamo un intervento forte e mirato del Governo perché le imprese turistiche che muovono il 13% del pil di questa nazione non possono essere lasciate da sole. Se crolla il turismo, non ce n’è per nessuno”.  

Leggi anche: Coronavirus, tra pacchi dalla Cina e ristoranti: domande e risposte sull’epidemia

Emergenza Coronavirus: ecco le aziende che hanno messo i dipendenti in smart working

[email protected]

Argomenti: ,