E se fare le vacanze in Italia fosse più sicuro? I dati sul Covid danno ragione al Bel Paese

La variante Delta mette in allarme diversi stati europei e le mete vacanziere concorrenti dell'Italia se la stanno passando molto peggio

di , pubblicato il
Vacanze in Italia sicure?

La variante Delta salirà al 50% dei casi in Germania entro questo fine settimana. I dati tedeschi restano relativamente bassi, circa la metà dell’Italia, a fronte di una popolazione di oltre un terzo superiore. Ad ogni modo, in risalita anch’essi. E nel confronto internazionale, scopriamo che fare le vacanze in Italia durante questa estate 2021 sarebbe un atto saggio, prima ancora che patriottico.

Le destinazioni concorrenti verso le quali orde di turisti stranieri si riversano ogni anno stanno diventando ben più rischiose. In Grecia, i casi giornalieri sono saliti a una media superiore alle 2.000 unità contro le 1.400 dell’Italia. Ma parliamo di uno stato con una popolazione pari a meno di un quinto della nostra. In Portogallo, sta andando molto peggio: casi giornalieri saliti a una media di 3.300. Qui, la variante Delta pesa più che altrove, a causa del turismo prettamente anglosassone che contraddistingue questa parte della penisola iberica.

Vacanze in Italia più sicure

E non parliamo della Spagna: media a quasi 13.500, 10 volte l’Italia. Il Regno Unito risulta, però, per il momento la realtà che se la passerebbe peggio di tutte in Europa: 32.000 casi al giorno. I virologi temono che gli europei di calcio stiano contribuendo a diffondere il Covid, specie tra la popolazione maschile. In generale, quindi, le mete vacanziere nel Vecchio Continente non sono sicure. A parte l’Italia. Da noi, sta facendo scalpore in queste ore il focolaio scoperto tra un gruppo di giovanissimi in vacanza in Puglia e provenienti da Lazio, Campania e Lombardia. Sinora, 34 i positivi scoperti.

Tuttavia, i dati assoluti restano molto bassi. Siamo insieme alla Germania tra i grandi stati europei a non avere ad oggi accusato una drastica recrudescenza della pandemia.

In Francia, ad esempio, i casi sono risaliti sopra quota 4.000 e non erano mai scesi sotto 1.500. C’è una buona notizia che accomuna tutte queste realtà: l’aumento dei contagi non è accompagnato da una risalita dei morti. Dunque, la variante Delta sarebbe più contagiosa, ma niente affatto più mortale, grazie alle vaccinazioni. In Indonesia, dove la copertura vaccinale riguarda ancora meno del 13% della popolazione, i morti stanno impennandosi insieme ai positivi.

Chissà che questi dati non convincano molti più turisti del solito a trascorrere le vacanze in Italia, siano essi italiani stessi o stranieri. Sarebbe un tonificante ulteriore per il nostro PIL, già atteso dalla Commissione europea in crescita del 5% quest’anno. E l’estate avrebbe un effetto di trascinamento maggiore del previsto. Usciremmo dalla crisi un po’ più in fretta.

[email protected] 

Argomenti: ,