USA-Corea del Nord, la resa dei conti: NBC ‘svela’ il piano per un attacco preventivo, ma il nodo è la Cina

Il piano per un attacco preventivo USA alla Corea del Nord: la resa dei conti potrebbe essere vicina, ma la diplomazia è al lavoro. Il nodo Cina.

di , pubblicato il
Il piano per un attacco preventivo USA alla Corea del Nord: la resa dei conti potrebbe essere vicina, ma la diplomazia è al lavoro. Il nodo Cina.

La crisi USA-Corea del Nord sta mettendo in primo piano una muscolarità da parte del presidente Trump, che difficilmente potrà trovare sfogo: il Pentagono avrebbe preparato un piano d’attacco e si attenderebbe soltanto il via libera da parte di Big Don affinché fuoco e furia si possano scatenare sul piccolo paese asiatico. In realtà, però, al di là degli annunci e del body-building politico, è la diplomazia a lavoro: la Cina non gradisce certo questa ingerenza USA in un’area in cui la sua egemonia si sta allargando sempre più, così come non gradisce che il piccolo alleato faccia così tanto la voce grossa, rischiando di far scoppiare una guerra, nella quale perderebbero tutti. Come nella vicenda venezuelana, anche in questo caso è la debolezza degli USA a stupire.

Altra possibile soluzione – Crisi USA-Corea del Nord, attacco il 15 agosto: ipotesi golpe militare – il mondo con il fiato sospeso.

Il piano USA per un attacco preventivo alla Corea del Nord…

La NBC avrebbe svelato il piano di un attacco preventivo USA alla Corea del Nord. Difficile credere che un’emittente televisiva alla portata del globo possa rivelare segreti militari; si potrebbe trattare semplicemente dell’ennesimo modo per mostrare i muscoli. Il momento chiave dell’attacco sarebbe il seguente: proprio dalla base di Guam dovrebbero partire bombardieri strategici di tipo B-1B Lancer il cui obiettivo sarebbe la distruzione di ben 20 piattaforme di lancio per missili o stazioni di supporto tecnico. Questo bombardiere è un ritrovato della tecnologia e può portare ben 56 tonnellate di materiale formato da razzie bombe; la sua progettazione è pensata per sfuggire alle contraeree, volando a velocità elevatissime ma ad altitudini davvero molto basse.

Approfondimento – USA-Corea del Nord: il conflitto spiegato in 7 punti e i 4 scenari bellici possibili secondo la CNN.

… che la Cina non permetterà che si realizzi

Come abbiamo detto, è la diplomazia che dovrebbe risolvere questa nuova crisi USA-Corea del Nord. Vero arbitro di questa (un po’ grottesca) sfida è la Cina: il paese orientale, che strappa costantemente ‘pezzi’ di egemonia agli USA nell’area del Sud-Est asiatico e in generale nel Pacifico, non accetterebbe mai una soluzione di carattere bellico, che non può che creare distruzione e devastazione nell’area. Il potere contrattuale USA è sempre più debole (come in Venezuela) e a decidere le sorti di quanto potrebbe accadere saranno soprattutto i cinesi: da un lato, infatti, Pechino dovrebbe tenere a bada il piccolo e un po’ folle alleato, dall’altro, sempre velatamente e in pieno stile confuciano, tenere lontani gli USA da un’area nella quale si intende potenziare la propria egemonia. I pistoleri americani difficilmente potranno vedere le pistole fumare.

Argomenti: , ,