Consigliere della Merkel ammette: Stiamo salvando la Spagna per salvare le banche Tedesche

Un importante economista Tedesco durante un'intervista a una TV spagnola rilascia delle dichiarazioni che stanno avendo un forte impatto sui media spagnoli

di Carmen Gallus, curatrice Dall'Estero, pubblicato il
Un importante economista Tedesco durante un'intervista a una TV spagnola rilascia delle dichiarazioni che stanno avendo un forte impatto sui media spagnoli

Forex News – Jürgen Donges, membro del rinomato Consiglio dei 5 esperti economici della Germania, ha detto chiaramente che quando la Germania acconsente al salvataggio di Grecia o Spagna, pensa a salvare le banche tedesche esposte in questi paesi. Le sue parole hanno fatto scalpore nella Twittersfera e nei giornali spagnoli, contribuendo a peggiorare le relazioni già tese tra Berlino e Madrid, e ad alzare i toni del dibattito in merito alla richiesta di salvataggio della Spagna. Donges, 72 anni, è nato a Siviglia, in Spagna, ed è da tanto tempo membro del Consiglio, a volte soprannominato in Germania come il “Saggio”. Ha rilasciato queste crude dichiarazioni a Jordi Evole, il regista dello shaw “Salvados” sul canale spagnolo LaSexta. Qui un più ampio resoconto dal sito spagnolo El Economista. Come in tutti i paesi,  i banchieri hanno molto potere e influenza. Quando la Germania reclama la necessaria austerità e le riforme economiche, questo serve a mascherare la motivazione reale per i salvataggi?  

Il sito di Eurointelligence riporta alcuni  momenti clou del colloquio:

“Donges punta al debito delle famiglie come a un indicatore chiave che ‘la Spagna ha vissuto al di sopra dei propri mezzi’, ad esempio, acquistando auto tedesche di fascia alta. Questo porta ad una discussione sulla responsabilità reciproca dei mutuatari spagnoli e degli istituti di credito tedeschi, che Donges risolve facendo notare che un acquirente di auto si informa molto di più sulla vettura piuttosto che sul prendere un prestito. Al contrario, sulla responsabilità delle banche finanziatrici Donges dice che non avrebbe mai sostenuto i salvataggi di altri paesi “se il problema non fosse di salvare le nostre banche, dovremmo dare i soldi alle nostre banche”, il salvataggio non è fatto per motivi politici. E conclude “è vero che, quando si parla di ‘salvare la Grecia o la Spagna’, e noi economisti diciamo così, in realtà stiamo salvando le nostre banche esposte verso questi paesi. Questo per noi è chiaro.”   Molti, tra cui questo stesso sito, hanno osservato la natura circolare dei salvataggi, che era chiarissima nel caso dell’Irlanda, e che è molto simile in Spagna:   Il governo non aveva un debito insostenibilmente elevato, fino a quando non ha “adottato” le banche. Allora, l’Irlanda è stata “salvata”. I fondi della UE, FMI e dei contribuenti irlandesi sono andati alle banche irlandesi, che a loro volta li hanno girati alle banche tedesche, francesi e britanniche. L’Islanda ha preso una strada diversa: ha lasciato fallire le banche in difficoltà. La Spagna deve scegliere tra mettersi nei panni dell’Irlanda o nei panni dell’Islanda. Sembra aver scelto la via irlandese, ma può non essere troppo tardi.   Dopo una simile irritante dichiarazione, la Spagna può semplicemente lasciar fallire le sue banche – questa è una carta da giocare molto forte, una carta che la Grecia non ha, e che può cambiare gli equilibri di potere. Senza un piano di salvataggio spagnolo, non ci sono soldi BCE e crescono i timori di una “convertibilità” – una rottura dell’euro. La sola paura potrebbe indebolire l’euro.   Articolo originale: Merkel Advisor: We Are Rescuing Spain in Order to Rescue German Banks

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Spagna