Tutti contro Fico, ma M5S contrattacca: “I disonesti vogliono cacciare gli onesti”

Partiti politici e critici televisivi si scagliano contro Roberto Fico, sia per la manifestazione del M5S a Piazza Mazzini lo scorso 30 settembre, sia per quanto ha detto da Fabio Fazio sulla RAI. Il M5S non ci sta e contrattacca a suo modo. Secondo voi chi ha ragione?

di Daniele Sforza, pubblicato il
Partiti politici e critici televisivi si scagliano contro Roberto Fico, sia per la manifestazione del M5S a Piazza Mazzini lo scorso 30 settembre, sia per quanto ha detto da Fabio Fazio sulla RAI. Il M5S non ci sta e contrattacca a suo modo. Secondo voi chi ha ragione?

Il PD chiede la testa di Roberto Fico, reo di aver guidato (tra gli altri) la manifestazione del Movimento 5 Stelle il 30 settembre scorso a Piazza Mazzini, davanti alla sede del servizio pubblico. La comunicazione proviene dal vicepresidente della Commissione di Vigilanza RAI, Salvatore Margiotta (PD), che ha definito paradossale l’iniziativa di “chi dichiara ogni giorno di voler estromettere la politica dalla RAI e poi, fisicamente, la occupa mettendosi a capo di una delegazione di partito”. Dimissioni o meno, Margiotta ha fatto sapere che è in procinto di essere inoltrata “una nota di richiamo e biasimo per Fico che ha leso il ruolo del presidente della Commissione, venendo meno al suo ruolo di garanzia”.   LEGGI ANCHE Roberto Fico ospite da Fabio Fazio a Che Tempo Fa: l’intervista della puntata domenica 6 ottobre 2013  

Dimissioni Fico dalla Vigilanza RAI: tutti i partiti politici favorevoli

Vinicio Peluffo (PD) e Mario Marazziti (Scelta Civica) hanno inoltre annunciato che scriveranno a Grasso e Boldrini per giudicare sull’eventuale violazione del ruolo di garanzia che il presidente della Commissione Vigilanza RAI deve esercitare e che sarebbe stato tradito al momento della manifestazione contro il servizio pubblico. E’ una settimana che i partiti politici (PDL incluso) chiedono le dimissioni di Roberto Fico, il quale ha tuttavia smentito tale possibilità. In segno di protesta, Pierdomenico Martino (PD) ha presentato le proprie dimissioni dalla Commissione parlamentare di Vigilanza RAI al presidente, il quale però gli ha chiesto di tornare sui suoi passi.  

Le reazioni del Movimento 5 Stelle

Riccardo Nuti (M5S) ha commentato così l’episodio sul blog di Beppe Grillo: “In questo momento in Commissione di Vigilanza RAI, i partiti che hanno lottizzato la RAI stanno chiedendo le dimissioni di Roberto Fico. E’ un mondo al contrario, i disonesti che chiedono agli onesti di andarsene, che vergogna! Se dovesse servire sono pronto a incatenarmi davanti la Camera. Se ne devono andare i disonesti, la gentaglia che ruba da anni, non le persone oneste!” Inoltre il deputato M5S Riccardo Fraccaro ha lanciato una campagna di “mailbombing”: “Fico vuole liberare la RAI e i partiti che l’hanno occupata chiedendo le sue dimissioni! Scriviamo ‘Io sto con Fico’ a [email protected]”.  

Fico e la RAI: cronaca di un rapporto teso

Da quando è diventato presidente della Commissione di vigilanza RAI, Fico si è esposto in almeno 3 occasioni: la prima, nel momento in cui ha rivelato l’esistenza delle cosiddette “Happy Five“, ovvero le società esterne che prendono più soldi dal servizio pubblico; la seconda alla manifestazione del 30 settembre, da alcuni definito un vero e proprio blitz; la terza (da non sottovalutare) è stata la sua presenza alla trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, dove ha espresso alcune opinioni che a molti non sono andate giù.   APPROFONDISCI – Fiction Rai a peso d’oro, 1 miliardo alle “aziende dei figli di”   Prendiamo ad esempio le parole di Aldo Grasso, noto critico televisivo del Corriere della Sera, che ha affermato come Fico abbia sfiorato il ridicolo rivelando la sua speranza di essere l’ultimo presidente della Commissione di Vigilanza. “Ma non era meglio non metterci piede?” domanda Grasso. “Non era meglio combattere per l’abolizione di questo istituto che serve solo a sancire il controllo dei partiti sulla RAI?” Il timore di Aldo Grasso è che Fico “si sia già innamorato del giocattolo” e, forse, che non abbia bene in mente il quadro della situazione. Sotto accusa il momento in cui Fico afferma che tanti dipendenti RAI vengono da lui per essere valorizzati. “Valorizzati? Tanti dipendenti vanno da lui perché cercano un padrinato politico, perché da quelle parti si usa così”, spiega Grasso. “E’ sempre più facile manifestare idee audaci che capire le cose  e comportarsi di conseguenza”.   TI POTREBBE INTERESSARE La Rai secondo Roberto Fico: canone più basso, no alla svendita e tetto ai compensi   E voi cosa ne pensate di questa situazione? Secondo voi Fico dovrebbe dimettersi o sta facendo la cosa giusta? Non esitate a lasciarci la vostra opinione in merito.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica