Travaglio ad Anno Uno del 5 giugno: lite con due ragazze in studio (VIDEO)

Ieri sera è andata in onda l'ultima puntata di Anno Uno: Travaglio torna a difendere Grillo e si scontra con due giovani ragazze del pubblico

di , pubblicato il
Ieri sera è andata in onda l'ultima puntata di Anno Uno: Travaglio torna a difendere Grillo e si scontra con due giovani ragazze del pubblico

Ieri sera, giovedì 5 giugno 2014, è andata in onda l’ultima puntata della stagione di Anno Uno: tra gli ospiti fissi di Giulia Innocenzi c’erano Michele Santoro e Marco Travaglio. Il primo gestisce la copertina di apertura, il secondo il suo personale editoriale.     Ieri sera Marco Travaglio ha dimostrato di aver ritrovato equilibrio con il Movimento 5 Stelle: i risultati delle Europee lo avevano spiazzato e costretto, da giornalista professionale, ad un esame degli errori di Grillo e dei suoi. La notizia della possibile alleanza con Farage aveva rischiato di essere punto di rottura. Ma Travaglio spiega come sono andate le cose dalla sua prospettiva: “Era giusto bastonare Grillo per la scelta di Farage, ma riportiamo le cose alle loro dimensioni”.

Lite Travaglio ad Anno Uno: il distruttismo dei giornalisti

In puntata si parla dello scandalo Mose che ha portato all’arresto del sindaco di Venezia. Una ragazza del pubblico di nome Elisa accusa il giornalista de Il Fatto di basare la sua carriera sulla critica di qualcuno. Ora che non c’è più Berlusconi da attaccare ecco che il bersaglio diventa l’operato di Renzi. La giovane ritiene che questo atteggiamento sia distruttivo. Travaglio le fa notare che questo è il mestiere del giornalista e sottolinea che è la cronaca ad essere distruttiva non certo lui. “Ma la smetta di attaccare tutti, di dire che rubano sempre tutti. Se in questo paese vince Beppe Grillo io vado all’estero, ma lei che cosa fa? Di che cosa scrive?”. Travaglio: “Da mesi parliamo di un’elemosina di 80 euro, delle 5 auto blu vendute, del grano saraceno dei 5 Stelle, del cappellino di Casaleggio mentre gli altri rubano. Ma vaffancul0, ma chi se ne frega del 90% delle cose di cui parliamo, mentre ancora oggi destra, sinistro e centro si stanno mangiando il Paese“. Tutti a casa quindi, secondo il motto dei 5 Stelle. Ma Elisa gli dà del manettista. Poi Travaglio chiede ad Elisa se non vorrebbe vivere in un Paese in cui i politici non le derubano il futuro. Lei non si scompone e, parafrasando Sgarbi, ripete “presunzione di innocenza, presunzione di innocenza, presunzione di innocenza”.

Il tono del giornalista si fa più indispettito: invita la giovane a non dire cretinate criticando la ratio stessa della presunzione di innocenza. Interviene anche un’altra giovane, Silvia, che ricorda al giornalista l’importanza del garantismo. Qui sotto trovate il video dello scontro verbale tra Travaglio e le due giovani in studio. [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=7gPKoaM0HjU[/youtube]

Argomenti: