Toshiba si fa in tre per accontentare gli azionisti

Un punto di svolta significativo nell'evoluzione della società dal quale verrà avviato un percorso volto a aumentare il valore a lungo termine per gli azionisti

di , pubblicato il
toshiba

Il colosso tecnologico giapponese, Toshiba, ha comunicato che verrà diviso in tre società, ognuna delle quali focalizzata su business differenti. Una mossa che punta a dare una risposta tangibile alla volontà degli azionisti di una struttura più focalizzata e trasparente. Il piano rappresenta il risultato di quasi cinque mesi di lavoro da parte dello Strategic Review Committee e del consiglio di amministrazione.

Il Piano di Separazione di Toshiba, un punto di svolta

Separation Plan, che tradotto in italiano significa chiaramente “Piano di Separazione”, questo è il nome scelto per l’operazione che vedrà Toshiba separarsi in tre diverse realtà. Come spiega la nota ufficiale verrebbero create due nuove società quotate mirate distinte per tipologia di business: infrastrutture ed energia da un lato, e dispositivi elettronici dall’altro. La gestione sarebbe molto più focalizzata e i dipendenti di ciascuna entità dovrebbero diventare molto più motivati, uniti e concentrati sulle esigenze dei clienti. Nel frattempo, l’entità Toshiba esistente diventerebbe effettivamente un’entità autonoma occupandosi degli asset e della controllata Kioxia. Tre entità separate, ciascuna meglio organizzata e focalizzata per sbloccare il valore per gli azionisti in un modo molto più credibile ed efficace di quanto la Società possa ottenere nella sua forma attuale.

“Per Toshiba, i suoi azionisti, dipendenti e clienti – dice l’azienda − il Separation Plan rappresenta anche un punto di svolta significativo nella sua evoluzione. Si avvale di una struttura di spin-off fiscalmente qualificata consentita dalla recente normativa e rappresenta la prima per un’importante azienda giapponese di tali dimensioni e importanza. Questo approccio riflette la determinazione di Toshiba a seguire un percorso che aumenterà il valore a lungo termine per gli azionisti e fa avanzare l’intento della recente legislazione di aprire ulteriormente e rivitalizzare l’economia giapponese”.

“Il Separation Plan è solo l’inizio di un processo che contempla una trasformazione significativa di ciascuna società indipendente, posizionandole meglio per una crescita redditizia sostenuta, garantendo al contempo rendimenti a breve termine per gli azionisti”, conclude Toshiba.

Argomenti: Nessuno