Tornano a crescere i servizi. L’Italia intravede la fine del tunnel?

Il dato su Pmi servizi e manifattura fa ben sperare anche se è presto per parlare di ripresa economica. Markit avverte sulla necessità della stabilità politica

di , pubblicato il
Il dato su Pmi servizi e manifattura fa ben sperare anche se è presto per parlare di ripresa economica. Markit avverte sulla necessità della stabilità politica

L’economia italiana conferma di aver imboccato la strada della ripresa. L’indice Pmi servizi elaborato da Markit mostra a settembre un balzo a  52,7 punti dai 48,8 di agosto, tornando così a crescere dopo oltre due anni. Era infatti dal maggio 2011 che il settore dei servizi non si attestava oltre i 50 punti, la soglia che delimita l’espansione dalla contrazione.

L’indicazione di settembre ha inoltre sorpreso gli analisti che pronosticavano un indice a 49,1 punti. Questo dato fa seguito al Pmi manifatturiero che due giorni fa ha evidenziato in settembre il terzo mese consecutivo di espansione del comparto. Per l’economista di Markit Phil Smith queste ultime indicazioni potrebbero essere un segnale di una timida ripresa dell’economia alla fine di quest’anno, posto che in Italia venga mantenuta una stabilità politica. Insomma è presto per dire che si sia invertita la tendenza ma conforta un’espansione dei servizi che contribuiscono per circa un 70% al prodotto interno lordo italiano. Andando ad analizzare meglio il dato, il sottoindice relativo ai nuovi ordini ha mostrato un ritorno all’espansione dopo 28 mesi (52,9 punti), con prezzi e occupazione tuttavia ancora in calo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:
>