Top 10 criptovalute: un altro martedì nero, Bitcoin sotto i 10 mila dollari

Perde il 10 per cento il Bitcoin mentre Ethereum è in ribasso del 7 per cento. Ripple perde 13 punti percentuali.

di , pubblicato il
Perde il 10 per cento il Bitcoin mentre Ethereum è in ribasso del 7 per cento. Ripple perde 13 punti percentuali.

Quello appena trascorso è stato un martedì nero per tutte le criptovalute, che hanno subito ribassi considerevoli rispetto alle giornate precedenti. Perde il 10 per cento il Bitcoin, che per la prima volta da oltre un mese a questa parte scende sotto quota 10 mila dollari. La caduta del re della valuta digitale spinge al ribasso anche le altre più importanti criptomonete. E’ il caso, ad esempio, di Ethereum, in ribasso del 7 per cento. Ripple fa ancora peggio, accusando una perdita di quasi 13 punti percentuali, avvicinando quota 1 dollaro.

La classifica aggiornata alle prime ore del 31 gennaio

  1. Bitcoin $9.965,96 (-10,15%)
  2. Ethereum $1.069,84 (-7,37%)
  3. Ripple $1,12 (-12,80%)
  4. Bitcoin Cash $1.448,75 (-11,06%)
  5. Cardano $0,496545 (-17,18%)
  6. NEO $141,21 (-15,71%)
  7. Litecoin $160,98 (-9,62%)
  8. Stellar $0,479989 (-14,66%)
  9. EOS $11,45 (-14,96%)
  10. NEM $0,769747 (-13,59%)

Il crollo di quotazione è generalizzato, nessuna delle 10 migliori criptovalute ha saputo confermare i rialzi dei giorni precedenti. Il caso più evidente è dato da Stellar, fino a un paio di giorni fa al sesto posto della classifica di coinmarketcap.com, oggi invece ottava, con una perdita di oltre il 14 per cento. Male anche Cardano, che conserva la quinta posizione ma ha un market cap di poco inferiore ai 13 mila dollari, in netto ribasso rispetto ai giorni precedenti. Una caduta che coinvolge anche NEO, Litecoin, EOS e NEM, oltre a Bitcoin Cash, che insieme alle altre compongono da settimane la classifica delle migliori 10 criptovalute.

Come diventare ricchi con le criptovalute: tre consigli per chi vuole investire nel 2018

Tra le cause del crollo di ieri annoveriamo la scelta presa da parte del governo della Corea del Sud di vietare il trading di criptovalute in modo anonimo. Questo significa che chiunque voglia aprire un conto e investire nell’acquisto o vendita di valuta digitale potrà farlo soltanto dopo aver superato una fase di identificazione.

Gli addetti ai lavori, fin dalle prime ore di ieri, si erano resi conto della portata della notizia proveniente da Seul, prevedendo una giornata critica per il mondo delle criptovalute. E così è stato.

Come comprare le criptovalute: guida per principianti

Argomenti: , , ,