Top 10 criptovalute: luci e ombre dell’ultimo rimbalzo

Bitcoin quotato sopra gli 8 mila dollari registra un rialzo, bene anche Ethereum e Ripple ma non senza ombre.

di , pubblicato il
Bitcoin quotato sopra gli 8 mila dollari registra un rialzo, bene anche Ethereum e Ripple ma non senza ombre.

Le ultime 24 ore sono state piuttosto positive per le criptovalute, almeno in termini di valore. Merito, ancora una volta, di Bitcoin, quotato sopra gli 8 mila dollari questa mattina, dopo essere crollato sotto i 6 mila dollari soltanto due giorni fa, trascinando al ribasso tutte le altre principali monete virtuali. Insieme al Bitcoin fanno registrare rialzi decisi anche Ethereum e Ripple, tornati sui livelli di 3 giorni fa. ETH vale poco più di 800 dollari, XRP invece staziona intorno agli 80 centesimi di dollaro. Non solo luci però, ma anche tante ombre in queste ultime 48 ore di rimbalzo generale.

Aggiornamento alle prime ore dell’8 febbraio

  1. Bitcoin $8.120,28 (+9,81%)
  2. Ethereum $814,17 (+9,61%)
  3. Ripple $0,757365 (+4,20%)
  4. Bitcoin Cash $1.002,88 (+9,16%)
  5. Cardano $0,349692 (+2,70%)
  6. Litecoin $145,00 (+5,83%)
  7. NEO $112,94 (+12,92%)
  8. Stellar $0,360807 (+4,55%)
  9. EOS $8,22 (+5,77%)
  10. NEM $0,582209 (+1,95%)

“Alta volatilità”. Un concetto che riecheggia a più riprese nella testa dei traders, pronunciato nelle ultime ore anche da Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea. Quanto sta avvenendo in questi ultimi giorni è la fotografia esatta del mercato delle criptovalute in questo determinato momento storico: Bitcoin-dipendente. Il problema, forse, sta tutto qui: nonostante i progetti diversi di ciascuna tecnologia, le criptovalute sembrano seguire unicamente il gregge, rappresentato nella figura del Bitcoin. E le prossime settimane per la criptovaluta regina si preannunciano molto complicate, dopo le decisioni di Cina, Corea del Sud e, probabilmente, degli stessi Stati Uniti d’America.

Come diventare ricchi con le criptovalute: tre consigli per chi vuole investire nel 2018

Il rimbalzo generalizzato degli ultimi 2 giorni trova le radici nel momento di forte instabilità attraversato dal sistema finanziario tradizionale. In fondo, è sufficiente ricordarsi quando è nato Bitcoin per rendersi conto di come la correlazione crisi finanza tradizionale e crescita Bitcoin sia ancora oggi pienamente valida. Ciò però può non bastare più e di fronte a un nuovo crollo potremmo trovarci a dire addio a più di una criptovaluta.

Uno scenario per certi versi apocalittico, ma più reale di quanto non si creda.

Leggi anche: Coinbase: ecco quanto guadagna il volto d’oro del mondo delle criptovalute

Argomenti: , , ,