Top 10 criptovalute: il mercato è orso, le ragioni del crollo di Ethereum

Ethereum ha perso il 50% del proprio valore, sprofondando ad una quota di capitalizzazione azionaria inferiore ai 30 miliardi di dollari.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Ethereum ha perso il 50% del proprio valore, sprofondando ad una quota di capitalizzazione azionaria inferiore ai 30 miliardi di dollari.

Il portale Agi ha realizzato un interessante approfondimento sull’attuale andamento delle criptovalute. Tra le altre cose, la redazione di Agi si è soffermata sulla flessione di Ethereum e sulla natura di mercato vissuta da Bitcoin e le altre valute digitali. Per quanto riguarda la prima tematica, secondo Agi tutto lascerebbe credere che si è entrati in una fase in cui il mercato è orso, a differenza degli ultimi mesi del 2017, quando la capitalizzazione complessiva dei mercati delle criptovalute raggiungeva picchi record (oggi lo stesso valore è sceso del 74 per cento, una percentuale che parla chiara).

Il crollo di Ethereum

Nelle ultime settimane, si sta assistendo al crollo di Ethereum. La valutazione odierna fornita da Coinmarketcap vede il valore di un ETH (asset digitale della criptovaluta) pari a 272 dollari, in ribasso del 7 per cento rispetto alla stessa ora della giornata di ieri. Nel giro di poche settimane, Ethereum ha perso il 50 per cento del proprio valore, sprofondando ad una quota di capitalizzazione azionaria inferiore ai 30 miliardi di dollari.

Nell’approfondire la questione, l’analisi di Agi ricorda come in numerose Ico siano stati utilizzati gli ether. Oggi, le stesse start up coinvolte stanno convertendo le proprie monete mature (gli ether per l’appunto) in dollari, in modo da finanziare i propri progetti (oltre ad abbandonare una criptovaluta ormai deprezzata). Infine, non si scopre certo oggi che Ethereum abbia ricevuto in passato una grande spinta proprio dal sistema delle Ico, lo stesso che oggi è tra le principali cause del suo deprezzamento.

La classifica delle migliori 10 criptovalute aggiornata a questa mattina (23 agosto 2018)

 

  1. Bitcoin $6.410,05 (-4,82%)

  2. Ethereum $272,69 (-6,84%)

  3. Ripple $0,319784 (-7,24%)

  4. Bitcoin Cash $517,53 (-7,47%)

  5. EOS $4,73 (-9,08%)

  6. Stellar $0,207372 (-10,06%)

  7. Litecoin $55,01 (-5,50%)

  8. Tether $1,00 (-0,02%)

  9. Cardano $0,089666 (-8,92%)

  10. Monero $89,97 (-7,14%)

Sul podio dunque sempre Bitcoin seguita da Ethereum e Ripple, tutte le criptomonete in lizza segnano però un meno sopratutto Stellar.

Leggi anche: Ricchi sempre più ricchi: record dei paperoni, ecco la situazione in Italia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bitcoin, Economia Europa, Economia Italia