Top 10 criptovalute: Bitcoin nuovo oro digitale, ma percorso lungo e complicato

Bitcoin nuovo oro digitale e si salvano solo Ethereum, Litecoin, Monero, Ripple e Zcash per Ferdinando Ametrano.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Bitcoin nuovo oro digitale e si salvano solo Ethereum, Litecoin, Monero, Ripple e Zcash per Ferdinando Ametrano.

Negli ultimi giorni, Bitcoin è sceso a quota 8 mila dollari, un valore che di fatto corrisponde al 60 per cento in meno rispetto alla quotazione raggiunta a metà dicembre, quando la criptovaluta più conosciuta al mondo aveva sfiorato i 20 mila dollari. Nonostante ciò, la fiducia rimane alta nei suoi confronti. In una recente intervista concessa al Sole24Ore, il professor Ferdinando Ametrano, titolare della cattedra di Bitcoin e tecnologia presso l’Università Milano-Bicocca e Politecnico Milano, ha confermato come la criptovaluta abbia tutte le potenzialità per arrivare ad una soglia di 100 mila dollari. Dunque, dieci volte il valore che ha oggi.

Nuovo oro digitale

“Se Bitcoin è oro digitale, allora è ampiamente sottovalutato”. Questo, in sintesi, il pensiero del docente. Rispondendo alla domanda del giornalista, di fronte a due scenari opposti, che vedono il Bitcoin a 100 dollari (Rogoff) dall’altra a 100 mila dollari (Saxo Bank), il professor Ametrano ha risposto così: “A livello globale i patrimoni gestiti sono circa 100 trilioni di dollari: quando il 2 per cento investisse in Bitcoin, anche solo a scopo di diversificazione, questo implicherebbe un prezzo per Bitcoin di 100 mila dollari”.

Il giornalista del Sole24Ore ha chiesto al professore della Milano-Bicocca se, allo stato attuale, vede degli ostacoli al processo di crescita del Bitcoin. Rispondendo al quesito, l’insegnante ha confermato di non vedere “ostacoli sostanziali”, sottolineando però come il processo sarà “controverso”, con probabili episodi di “delegittimazione e criminalizzazione”. Di fronte alla presa di posizione recente di Facebook e Google nel bloccare la pubblicità delle criptovalute, Ametrano ha dichiarato che l’azione dei due colossi tech non toglie credibilità al progetto, dal momento che “l’oro digitale non ha bisogno di pubblicità”. Infine, in riferimento alle altre criptovalute, il professore ha salvato unicamente Ethereum, Litecoin, Monero, Ripple e Zcash, definendo il resto “ciarpame”.

La classifica alle prime ore del 19 marzo

  1. Bitcoin $8.237,74 (+7,41%)
  2. Ethereum $532,60 (+3,01%)
  3. Ripple $0,663181 (+10,09%)
  4. Bitcoin Cash $922,69 (+0,97%)
  5. Litecoin $152,53 (+2,59%)
  6. NEO $63,82 (+10,17%)
  7. Cardano $0,159665 (+12,57%)
  8. Stellar $0,221440 (+18,65%)
  9. EOS $4,61 (+6,81%)
  10. IOTA $1,20 (+8,63%)

Leggi anche: Come diventare ricchi con le criptovalute: tre consigli per chi vuole investire nel 2018

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bitcoin, Economia Europa, Economia Italia

I commenti sono chiusi.