Top 10 criptovalute: Bitcoin avvicina di nuovo quota 7 mila, nuova citazione in giudizio per Ripple

Delusione per Ripple che oggi vale meno di 50 centesimi di dollari, nonostante mantenga la terza posizione per capitalizzazione azionaria.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Delusione per Ripple che oggi vale meno di 50 centesimi di dollari, nonostante mantenga la terza posizione per capitalizzazione azionaria.

Ripple non naviga in acque tranquille. Come riferisce il portale Altcoin News, la società Ripple labs ha ricevuto la terza citazione in giudizio nel giro di tre mesi, elemento che potrebbe portare l’azienda in difficoltà nel corso delle prossime settimane. Fino alla fine del 2017, Ripple era considerata con la criptovaluta dalle maggiori potenzialità insieme a Bitcoin, tanto che gli investitori più entusiasti avevano previsto grandi numeri per XRP, l’asset digitale della criptovaluta. Le premesse però sono state abbondantemente deluse, dal momento che oggi, a distanza di poco più di 6 mesi, un XRP vale meno di 50 centesimi di dollari, nonostante mantenga la terza posizione per capitalizzazione azionaria (un quinto di valore rispetto a quanto faceva registrare a fine dicembre, quando il market cap di Ripple era superiore ai 100 miliardi, con seconda posizione davanti a Ripple annessa). Secondo l’analista finanziario Paolo Cianfriglia, del sito Altcoin, un fenomeno di panic selling appare in ogni caso lontano da una realtà come quella di Ripple. Il panic selling altro non sarebbe che una vendita generale di XRP da parte dei possessori della prima ora, tanto da causare ripercussioni anche sui mercati delle criptovalute.

Nel frattempo, Bitcoin rispetto a venerdì è sopra i 6.500 dollari, avvicinando quota 7 mila. Valori pressoché invariati invece per Ethereum (secondo) e Ripple (terzo). Al quarto posto Bitcoin Cash, seguito a ruota da EOS. Quest’ultima criptovaluta, protagonista di un rally positivo nell’ultima settimana, ha perso in 24 ore 4,5 punti percentuali, il ribasso più consistente tra le prime 10 criptovalute. Nella seconda metà della classifica, Litecoin precede Stellar e Cardano, con IOTA al nono posto davanti a Tether. Per IOTA e Cardano perdite intorno al tre per cento, così come quelle di Litecoin, che conserva comunque la sesta posizione.

La classifica delle migliori 10 criptovalute alla mattina del 9 luglio

  1. Bitcoin $6.757,02 (-1,06%)
  2. Ethereum $483,12 (-1,99%)
  3. Ripple $0,477163 (-2,82%)
  4. Bitcoin Cash $748,22 (-2,97%)
  5. EOS $8,60 (-4,58%)
  6. Litecoin $82,09 (-3,82%)
  7. Stellar $0,210201 (-0,06%)
  8. Cardano $0,143204 (-3,74%)
  9. IOTA $1,07 (-3,50%)
  10. Tether $1,00 (-0,15%)

Leggi anche: Come diventare ricchi con le criptovalute: tre consigli per chi vuole investire nel 2018

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bitcoin, Economia Europa, Economia Italia, Economia USA

I commenti sono chiusi.