Top 10 criptovalute: allarme Europol sul riciclaggio

Europol ha lanciato l'allarme in merito al presunto riciclaggio operato dai criminali, oltre 5,5 miliardi di dollari sono stati riciclati attraverso le criptovalute.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Europol ha lanciato l'allarme in merito al presunto riciclaggio operato dai criminali, oltre 5,5 miliardi di dollari sono stati riciclati attraverso le criptovalute.

L’aspetto più delicato, negli ultimi tempi, per il mondo delle criptovalute è quello legato alla sicurezza e all’utilizzo che se ne fa. Bitcoin lo sa bene, pagando a caro prezzo i dubbi di Corea del Sud e Cina, che hanno decretato nel recente passato il crollo della criptomoneta regina, scesa sotto quota 6.000 dollari a inizio febbraio, salvo poi riprendersi. Un problema che è destinato a riflettersi anche nel corso dei prossimi mesi, quando le criptovalute si confermeranno come fenomeno globale e non soltanto più per poche migliaia di investitori. Di conseguenza, l’attenzione sarà ancora maggiore.

Allarme Europol

Nelle ultime ore, Europol ha lanciato l’allarme in merito al presunto riciclaggio operato dai criminali attraverso le criptovalute. Secondo quanto dichiarato dal numero uno dell’Europol, Rob Wainwright, oltre 5,5 miliardi di dollari sono stati riciclati attraverso le criptovalute. Inoltre, Rob Wainwright ha messo in allerta mezza Europa, sottolineando come i reati legati all’utilizzo di criptovalute sia aumentato in maniera considerevole proprio in quest’ultimo periodo, in occasione del boom delle monete virtuali. Secondo il direttore dell’Europol, oggi il 4 per cento dei proventi della criminalità viene convogliato nelle criptovalute. Un fenomeno sempre più crescente, che rischia di danneggiare in maniera seria l’intero mercato.

La classifica aggiornata ad oggi 26 febbraio

  1. Bitcion $9.624,14 (-2,41%)
  2. Ethereum $848,36 (-0,10%)
  3. Ripple $0,918361 (-4,11%)
  4. Bitcoin Cash $1.161,86 (-3,35%)
  5. Litecoin $220,31 (+5,71%)
  6. Cardano $0,324927 (-0,70%)
  7. NEO $119,16 (0,00%)
  8. Stellar $0,350006 (-1,43%)
  9. EOS $7,75 (-4,49%)
  10. IOTA $1,80 (-7,33%)

Nel weekend, la quotazione di Bitcoin, così come quella delle altre criptovalute è stata in discesa. Oggi, alle prime ore di lunedì 26 febbraio, Bitcoin viene quotato sotto i 10.000 dollari, a un valore di poco superiore ai 9.600 dollari. Male anche Ethereum, che è sceso sotto i 900 dollari, facendo registrare un ribasso consistente rispetto alla stessa quotazione di un paio di settimane fa. Non decolla nemmeno Ripple, confermando la sua dipendenza dal Bitcoin, pur gli ottimi traguardi raggiunti nei giorni scorsi grazie alla sua tecnologia.

Leggi anche: Come diventare ricchi con le criptovalute: tre consigli per chi vuole investire nel 2018

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bitcoin, Economia Italia, Economia USA