Tassi USA fermi, la Fed resta cauta e taglia anche le stime di crescita

La Fed lascia fermi i tassi USA e taglia le stime sul pil. Balza il cambio euro-dollaro.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
La Fed lascia fermi i tassi USA e taglia le stime sul pil. Balza il cambio euro-dollaro.

La Federal Reserve ha comunicato di avere tenuto fermi i tassi negli USA nel range 0,25-0,25%, evitando per il momento un nuovo rialzo, dopo l’avvio della stretta monetaria di dicembre. I funzionari dell’istituto hanno segnalato un abbassamento delle previsioni sul livello dei tassi anche per la fine dell’anno, quando sono attesi mediamente allo 0,875%, cosa che si tradurrebbe in soli 2 rialzi di un quarto di punto percentuale ciascuno dalla situazione attuale. Tagliate le stime di crescita del pil USA al +2,2% per quest’anno dal +2,4% previsto a dicembre. Anche l’inflazione è ora attesa all’1,2% per quest’anno dal +1,9% stimato solamente 3 mesi fa. Nessuna variazione per l’anno prossimo, quando l’indice dei prezzi dovrebbe salire dell’1,7%. In linea con le attese precedenti anche il tasso di disoccupazione, che nel 2016 dovrebbe attestarsi mediamente al 4,7%, in calo dal 4,9% attuale. Alla pubblicazione del comunicato, il cambio euro-dollaro è balzato da 1,1073 a 1,1210, in quanto il mercato starebbe scontando una stretta più lenta delle stesse previsioni e un tono della Fed improntato alla cautela, dinnanzi ai rischi di frenata della crescita economica americana.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia USA, Fed, tassi USA