Svolta pagamenti elettronici, stop contante: ma quanto costano le carte delle banche più importanti

Dal bonus Befana all'innovativo sistema Cashback, il futuro sembra essere segnato.

di , pubblicato il
Dal bonus Befana all'innovativo sistema Cashback, il futuro sembra essere segnato.

Il 2020 potrebbe essere un anno di svolta per i pagamenti elettronici in Italia, se le premesse sulla nuova manovra finanziaria saranno mantenute. Dal bonus Befana all’innovativo sistema Cashback, le ultime indiscrezioni sui possibili provvedimenti da inserire nella Legge di Bilancio per il prossimo anno vertono tutte sul favorire i pagamenti con la moneta virtuale anziché quelli tradizionali in contanti. Per questo motivo, è importante conoscere quali sono i costi delle carte dei principali istituti bancari oggi disponibili.

Leggi anche: Rincari conti corrente: spese in aumento per il terzo anno consecutivo, quanto costano ora?

Pioggia di rincari per bollette, pay tv, rc auto, banche e telefonia: arriva la stangata d’autunno per le famiglie

Intesa Sanpaolo

La carta di debito XME Card Plus di Banca Intesa Sanpaolo ha un canone annuo di 18 euro (1,50 euro al mese). La commissione sul prelievo negli ATM in altri istituti presenti in Italia è pari a 2 euro. La carta di credito Exclusive Card ha invece un canone mensile di 10 euro (gratis i primi 6 mesi e se, alla scadenza dei 6 mesi, si effettuano spese superiori a una somma di 1.250 euro).

UniCredit

La carta di debito di UniCredit MyOne presenta un canone annuo di 22 euro (7 euro per l’emissione della card). Il prelievo da altri ATM bancari ha invece un costo di 2 euro. La carta di credito UniCreditCard Flexia Classic ha una quota annuale di 42 euro e costi per il rilascio pari a 10 euro.

Monte dei Paschi di Siena

La carta Montepaschi Debit Mastercard ha un canone annuo di 19,50 euro. La commissione presso gli ATM di altre banche ammonta a 2,10 euro. Carta Montepaschi Classic è invece la carta di credito standard offerta da MPS ai titolari di un conto corrente.

Ha un canone annuo di 40,50 euro.

Banca Nazionale del Lavoro

Carta di debito BNL è il bancomat proposto dalla Banca Nazionale del Lavoro per chi apre un conto corrente nuovo. Presenta un canone annuo di 13 euro, mentre per tutti i prelievi negli sportelli automatici di altre banche la commissione applicata è di 2 euro. Tra le carte di credito si segnala la Carta BNL Classic. Se nei primi 12 mesi viene eseguita almeno un’operazione il canone è gratuito. A partire dal secondo anno, invece, il canone annuo rimane fisso a 40 euro.

Fineco

Fineco è una delle banche online più autorevoli in Italia. La carda di debito (Fineco Card Debit) può essere richiesta gratuitamente al momento dell’apertura del conto (escluse le spese di spedizione di 2,25 euro per la spedizione al proprio domicilio del PIN tramite Poste) ed è senza canone. I prelievi su tutti gli ATM delle altre banche sono gratuite se il prelievo è pari o superiore a 100 euro, fino a 99 euro invece viene addebitata una commissione di 0,80 euro. Fineco Card Credit è invece la carta di credito associata a un conto corrente Fineco. Il canone annuo è di 19,95 euro.

Argomenti: ,