Svizzera, scarsi interventi sul franco svizzero. Timori sulle tensioni nell’Eurozona

Scarsi gli interventi sul franco svizzero da parte della SNB negli ultimi giorni, anche se le tensioni nell'Eurozona spingono la SNB a restare in guardia.

di , pubblicato il
Scarsi gli interventi sul franco svizzero da parte della SNB negli ultimi giorni, anche se le tensioni nell'Eurozona spingono la SNB a restare in guardia.

La Schweizerische National-Bank, (SNB), la banca centrale svizzera, ha reso noto che durante la scorsa settimana si è registrato un aumento dei depositi a vista delle banche di  1,3 miliardi rispetto ai 7 giorni  precedenti a 457,9 miliardi di franchi svizzeri (437 miliardi di euro). Una settimana fa, contrariamente alla tradizione comunicativa dell’istituto, il governatore Thomas Jordan ha ammesso di intervenire sul mercato per indebolire il cambio, un fatto che probabilmente ha contribuito a tenere il rapporto con l’euro sostanzialmente stabile, tanto che oggi si attesta a 1,0440, poco variato rispetto alla chiusura di venerdì scorso. E i depositi a vista delle banche svizzere risultano in calo a 391,1 miliardi, per cui si deduce che quelli delle banche straniere sono saliti a 66,8 miliardi. Le loro variazioni sono considerate un indicatore degli acquisti di euro e di altre divise straniere da parte della SNB, in quanto questa rilascia in cambio agli istituti franchi svizzeri, che tornano presso la banca centrale sotto forma di depositi. Stando alle valutazioni degli analisti, la SNB avrebbe adottato al momento un nuovo cambio minimo ufficioso di 1,03, dopo avere abbandonato la difesa di 1,20 il 15 gennaio scorso, a causa degli eccessivi afflussi di capitali nel paese, che rendevano sempre più costoso il mantenimento della parità minima con la moneta unica. Il governatore, tuttavia, preferirebbe probabilmente un cambio nel range 1,05-1,10, ma non aiutano le tensioni nell’Eurozona, dove il rischio Grexit induce molti investitori a rifugiarsi presso i porti sicuri per i loro capitali, come la Svizzera. Tra gli strumenti che la SNB ha adottato negli ultimi mesi per impedire un eccessivo rafforzamento del franco ci sono anche i tassi negativi sui depositi delle banche, pari al -0,75%.   APPROFONDISCI – Sulla Svizzera pesa il super-franco: previsioni discordanti degli analisti sul trend futuro Svizzera, la SNB lascia fermi i tassi e avverte: pronti a intervenire contro il super-franco

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,
>