Stop agli stipendi in contante: le nuove disposizioni per il 2018

Non sarà più possibile pagare gli stipendi in contante: come funzionerà adesso e chi sono gli esclusi.

di , pubblicato il
Non sarà più possibile pagare gli stipendi in contante: come funzionerà adesso e chi sono gli esclusi.

Se fino allo scorso anno erano tollerati i pagamenti degli stipendi in contante, pratica poco diffusa ma evidentemente ancora presente in Italia, dal 2018 l’ultimo governo Gentiloni ha disposto uno stretto giro di vite per tutti coloro che non useranno strumenti tracciabili per versare la retribuzione al lavoratore. E’ quanto stabilito dalla Legge di Stabilità, votata a dicembre dalle due Camere del Parlamento italiano prima che fossero sciolte dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ci sono poi anche altre disposizioni sull’argomento relativo all’utilizzo dei contanti, di cui vi daremo conto nel paragrafo conclusivo dell’articolo.

Stipendi in contante addio

Le persone assunte con contratto subordinato, oppure quelle che hanno un lavoro co.co.co (contratto di collaborazione coordinata e continuativa) o con una cooperativa non dovranno più ricevere dal proprio datore di lavoro lo stipendio in contante, secondo quanto scritto nell’emendamento approvato con l’ultima manovra finanziaria. Nonostante possa apparire per tante imprese un fatto anacronistico, si registrano ancora centinaia e più di casi in Italia dove l’utilizzo del contante per la retribuzione continua ad essere la regola. L’obiettivo del governo è di cancellare definitivamente tale pratica, andando a combattere un’altra fastidiosa pratica, particolarmente diffusa anche questa: il pagamento di un importo inferiore rispetto a quanto previsto dal contratto, sempre in un contesto dove i contanti svolgono il ruolo di primo protagonista. Gli unici strumenti accettati per il pagamento dello stipendio saranno il bonifico, il pagamento elettronico e l’assegno bancario. Il contante potrà essere utilizzato soltanto qualora il datore di lavoro abbia un conto di tesoreria con mandato di pagamento, e si rechi presso uno sportello postale o bancario.

Come la Norvegia influenza gli stipendi dei manager in tutto il mondo

Gli esclusi dalla nuova regola

Continueranno ad essere ammessi i pagamenti in contante degli stipendi per chi ha un rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione e per chi lavora come badante o colf per almeno 4 ore giornaliere presso il medesimo datore di lavoro.

Leggi anche: Stipendi 2017, le regioni italiane dove si guadagna di più

Argomenti: ,