Stipendi italiani: come sono cresciute le retribuzioni nel 2018

Si guadagna davvero di più rispetto al passato? Ecco lo studio di OD&M Consulting sulle retribuzioni.

di , pubblicato il
Si guadagna davvero di più rispetto al passato? Ecco lo studio di OD&M Consulting sulle retribuzioni.

Sono cresciuti oppure no gli stipendi in Italia? Secondo il rapporto sulle retribuzioni di OD&M Consulting (Gi Group) nel 2018 vi è stata la crescita media degli stipendi italiani, soprattutto per quadri e impiegati, in cui lo sviluppo è stato superiore rispetto all’indice dell’inflazione dei beni ad alta frequenza di consumo, come riporta in un recente articolo Il Corriere

Chi paga di più

Considerando i vari comparti, le banche sembrano pagare meglio i dirigenti, 157.949 euro, nel settore farmaceutico i meglio pagati sono quadri, impiegati, ma anche operai partendo da 69.697 euro, fino a 38.504 euro degli impiegati e 27.065 degli operai. Generalmente tra i meno pagati risultano gli operai agricoli. Poche sorprese, quindi, se si considerano le categorie più note come abbiamo avuto modo di vedere in questi articoli:

Stipendi: impiegati, operai, dirigenti e quadri, dove si guadagna di più

Stipendi, lavoratori italiani eternamente insoddisfatti: il rapporto che fa riflettere

Dove si guadagna meglio, facoltà e gap 

Il report considera anche l’area territoriale. A pagare meglio è il Nord Ovest, seguito da Nord Est e Centro. Sud e Isole, invece, si staccano in maniera netta. Al Nord la differenza maggiore è legata agli impiegati. In particolare si nota un discostamento del 9,7% tra Nord Ovest e Nord Est. a contare anche la dimensione aziendale con quadri e impiegati che vedono una differenza leggera di stipendio, più grande per i dirigenti.

A contare anche la facoltà. Quelle  tecnico- scientifiche come ingegneria continuano a rappresentare il plus contro le facoltà umanistiche in cui la differenza di stipendio arriva al 35,4%. Ad esempio un laureato in ingegneria alla prima esperienza può arrivare a guadagnare 28.990 euro contro i 21.410 euro dei laureati in lettere.

Le università tecniche insomma rimangono sostanzialmente le migliori per una prospettiva di guadagno migliore e più ravvicinata contro quelle umanistiche, che nel nostro paese continuano ad essere particolarmente apprezzate. 

Si fa notare anche come gli uomini continuano a guadagnare di più delle donne, soprattutto se dirigenti anche se negli ultimi tempi si è notata una diminuzione, mentre il gap resta importante per quadri e impiegati. 

Argomenti: ,