Spread BTp-Bund stabile e rendimenti in crescita, ma la novità riguarda i Bund

In rialzo i rendimenti dei BTp e spread stabile. In salita anche i rendimenti tedeschi, perché?

di , pubblicato il
In rialzo i rendimenti dei BTp e spread stabile. In salita anche i rendimenti tedeschi, perché?

Il Tesoro ha emesso stamane BTp e CcTeu per complessivi 8,25, registrando rendimenti in lieve crescita per tutte e 3 le scadenze, che erano a 5, 7 e 10 anni. Nulla di drastico, solo un lieve ritocco al rialzo, con i decennali piazzati all’1,40% (+6 b dall’ultimo collocamento di marzo), i quinquennali allo 0,63% (da 0,55%) e i titoli con scadenza 2022 allo  0,76% (+5 bp). Nel frattempo, lo spread BTp-Bund si è mantenuto stabile intorno ai 122 punti base per il tratto decennale con i rendimenti italiani attestatisi all’1,48-1,49%, ai livelli massimi dall’inizio dell’implementazione del QE della BCE a marzo, nonostante fossero scesi fino all’1% durante la seconda settimana del mese scorso. I rendimenti spagnoli si aggirano intorno ai 4-5 bp più bassi, come nella media degli ultimi mesi.   APPROFONDISCI – Grecia, rendimenti bond a 2 anni quasi al 30%. Spread BTp-Bund oltre 140 bp   La vera novità sta nel fatto che mentre lo spread si è ridimensionato dallo scorso lunedì, in seguito all’allentamento delle tensioni finanziarie sulla Grecia, i rendimenti, in valore assoluto, dei nostri BTp sono lievitati. Questo implica che anche quelli tedeschi hanno subito una lieve crescita, nell’ordine di una decina di punti base. Al momento, i Bund decennali offrono lo 0,26%, che se resta un livello infimo, è pur sempre un livello quadruplo rispetto al minimo storico toccato a metà aprile.   APPROFONDISCI – E’ allarme Grexit, spread BTp-Bund a 147 bp. La liquidità in Grecia sta finendo   Che cosa sta succedendo, quindi, ai rendimenti dei bond governativi dell’Eurozona? Come dimostra anche il caso degli Oat francesi, i cui decennali sono saliti allo 0,50% dallo 0,30% della media delle ultime settimane, si registra una tendenza crescente sia per la periferia che per i titoli “core”. Il restringimento dello spread tra i bond italiani e spagnoli da una parte e quelli tedeschi dall’altra è dovuto alla maggiore crescita dei secondi rispetto ai primi, come se gli investitori segnalassero di vendere un pò indistintamente. E’ probabile che i Bund soffrano nelle ultime sedute la dichiarazione dell’ex boss di Pimco, Bill Gross, di volere speculare contro i titoli tedeschi, nella convinzione che i relativi prezzi siano destinati a ridursi. Ma si potrebbe ipotizzare che la crescita dei rendimenti tedeschi sia in parte addebitabile anche alla maggiore serenità degli investitori sulla Grecia, le cui tensioni hanno spinto il mercato a ripararsi negli ultimi mesi nei titoli più sicuri, facendo crescere il prezzo. Tuttavia, non si spiegherebbe altrimenti la ragione dell’aumento dei rendimenti dei BTp, dei Bonos e degli Oat francesi, tanto per citare i più importanti.   APPROFONDISCI – Quantitative easing, la scommessa di Gross contro i Bund e le alternative di Draghi

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: