Spread BTp-Bund a 120 punti, ma quanto vale il rischio Grexit?

Lo spread BTp-Bund è sceso a 120 punti base, ecco quanto varrebbe il rischio Grexit, analizzando l'andamento dei rendimenti sovrani di queste settimane.

di , pubblicato il
Lo spread BTp-Bund è sceso a 120 punti base, ecco quanto varrebbe il rischio Grexit, analizzando l'andamento dei rendimenti sovrani di queste settimane.

La settimana di contrattazioni sul mercato secondario dei bond governativi si accinge a chiudere con uno spread BTp-Bund a 120 punti base per la scadenza decennale. Al momento, i rendimenti a 10 anni dei nostri titoli di stato si aggirano sull’1,94%, per cui un omologo Bund rende meno di 3 quarti di punto percentuale. Una vera crisi dello spread non si è respirata per fortuna nemmeno nei giorni e nelle ore in cui l’ipotesi di una Grexit, ossia dell’uscita della Grecia dall’euro, sembrava alquanto realistica. Il 7 luglio scorso, 2 giorni dopo il referendum, che ha visto i greci votare a larga maggioranza contro il piano proposto dai creditori pubblici (UE, BCE e FMI), quando il governo Tsipras si presentava a Bruxelles a mani vuote e i mercati realmente iniziavano a credere al ritorno del paese alla dracma, lo spread saliva a un massimo di 165 bp, mentre il giorno prima si toccava il massimo per il valore assoluto dei rendimenti decennali dei BTp al 2,39%.   APPROFONDISCI – Spread BTp-Bund sotto 150 bp, ecco perché il rischio Grexit non spaventa il mercato   Dunque, rispetto all’apice delle tensioni finanziarie sul monetario, lo spread si è ridotto di 45 bp e i rendimenti di altrettanti punti. Potremmo affermare, quindi, che il rischio Grexit varrebbe per l’Italia meno di mezzo punto percentuale di costo sul debito per la scadenza decennale, anche se una cosa sarebbe il rischio, un’altra la situazione concreta. Potremmo verosimilmente affermare che se la Grecia uscisse dall’euro, alle condizioni date, i nostri titoli di stato renderanno solo 45-50 punti in più di oggi? E’ probabile che schizzerebbero più in alto, così come che lo spread si allarghi più dei 165 bp raggiunti nel corso della massima crisi del negoziato con Atene, anche perché trattandosi di un valore differenziale, esso riflette la distanza con i titoli tedeschi. Nel caso di Grexit, però, la fuga degli investitori verso i Bund ne farebbe crollare i rendimenti presso tutte le scadenze, per cui lo spread salirebbe, anche a parità dei rendimenti italiani. Ipotizzando che un decennale tedesco arrivasse a rendere 50 bp e che i nostri BTp intorno al 3%, lo spread si allargherebbe a 250 bp. Apparentemente sarebbe un divario enorme, doppio rispetto a quello attuale, ma in valore assoluto non sarebbero rendimenti drammatici. Anzi, il Tesoro italiano continuerebbe ad emettere bond al costo storicamente più basso di sempre.   APPROFONDISCI – Cambio euro-dollaro in calo e spread BTp-Bund a 126 bp su mancata Grexit FMI: l’Italia potrebbe avere bisogno del piano anti-spread della BCE  

Argomenti: , , , ,