Spread a 187 punti, BTp 2067 a -16% e rendimenti decennali al 2,14%

Spread a 187 punti, rendimenti decennali dei BTp al 2,14% e crollo dell'8,5% in tre mesi. E' il sunto di un sell-off preoccupante sul mercato dei titoli di stato italiani.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Spread a 187 punti, rendimenti decennali dei BTp al 2,14% e crollo dell'8,5% in tre mesi. E' il sunto di un sell-off preoccupante sul mercato dei titoli di stato italiani.

Giornata negativa per i nostri titoli di stato, colpiti dalle vendite. Lo spread BTp-Bund è salito a metà seduta a 187 punti base per la scadenza a 10 anni, con i rendimenti decennali dei nostri bond in ascesa al 2,14%, segnando un divario di 55 bp con i titoli spagnoli. Da Ferragosto ad oggi, mediamente i prezzi dei nostri BTp risultano scesi dell’8,5%. I cali sono crescenti, all’aumentare delle scadenze. I titoli biennali hanno perso negli ultimi tre mesi appena l’1,3%, quelli a 5 anni il 3,5%. Ma quando si sale sui 10 anni, si percepisce maggiormente il colpo accusato: -8,4%. E il segno negativo si porta al 14,2% per i BTp 2036, arrivando al 18% per i trentennali. Il bond “Matusalemme”, emesso solo il 4 ottobre scorso con scadenza 2067, ha già ceduto il 16%. Era stato collocato sul mercato a un rendimento di appena il 2,85%.

Al momento, i Bund tedeschi rendono negativamente fino agli 8 anni e risultano acquistabili dalla BCE fino alla scadenza dei 5 anni, quando prima del sell-off in corso lo erano a partire dai 7-8 anni in su. (Leggi anche: Spread, rendimenti BTp e referendum: cosa farà Draghi se vince il “no”?)

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: bond sovrani, Debito pubblico italiano, Economia Italia, rendimenti bond, Spread