Spostamenti tra Regioni: chi si potrà spostare durante le feste?

Se davvero ci sarà il divieto di spostamento tra Regioni, chi potrà spostarsi e perché.

di , pubblicato il
Spostamenti tra Regioni: chi si potrà spostare durante le feste?

Il Governo sta delineando gli ultimi dettagli relativi al nuovo Dpcm che avrà validità dal 3 dicembre. Tra i punti chiave gli spostamenti tra Regioni, i rientri dall’estero e le deroghe. 

Divieto di spostamenti tra Regioni ma si attendono deroghe

Nelle ultime ore, è emersa la quasi certezza che il Governo vieterà tutti gli spostamenti tra Regioni tra il 20 dicembre e il 6 gennaio. Dunque, chi dovrà raggiungere seconde case o parenti dovrà farlo prima e poi rientrare dopo l’Epifania. Per i rientri dall’estero rimane in piedi l’ipotesi della quarantena, anche se si sta valutando di rendere valida questa possibilità solo per chi rientra da paesi come Austria e Svizzera che decidono di lasciare aperti gli impianti sciistici. 

Ma quali saranno gli spostamenti consentiti tra il 20 dicembre e il 6 gennaio? La decisione finale arriverà soltanto dopo la riunione in programma martedì 1 dicembre, dove saranno definite le deroghe, sicuramente limitate al massimo, perché l’intenzione è quella di evitare a tutti i costi una terza ondata. Nei giorni di divieto, forse, sarà possibile raggiungere i genitori anziani per trascorrere le feste, ma la regola potrebbe valere per un solo parente. 

Tra le deroghe possibili, anche quella per gli studenti che hanno spostato la residenza o il domicilio in una città dove si sono trasferiti per studio e ora vorrebbero tornare a casa per le vacanze. 

Potrebbe essere permesso anche il ricongiungimento tra coniugi conviventi che vivono in città diverse per lavoro o per altri motivi. 

La linea dura del Governo

Nel frattempo Francesco Boccia, a RaiNews24 ha dichiarato: “Se decidiamo che c’è un limite orario per gli spostamenti, che si torna a casa indipendentemente da quello c’è da fare: c’è da festeggiare il Capodanno? Si festeggia a casa.

Si dicono tante cose nelle riunioni e comunque sì la penso così, come Speranza e tutto il governo. Prudenza e attenzione è la nostra linea, una linea che mette la salute davanti a tutto”.

Vedi anche: Shopping di Natale: strade a numero chiuso e controlli per evitare assembramenti

[email protected]

 

Argomenti: ,