Sondaggi politici Tecnè: M5S avanti 13 punti rispetto al Pd al Sud e isole

Sondaggi politici Tecnè: il M5S al 37% al Sud e nelle isole, Forza Italia è al 18,3 per cento e Lega Nord con il 3,3 per cento.

di , pubblicato il
Sondaggi politici Tecnè: il M5S al 37% al Sud e nelle isole, Forza Italia è al 18,3 per cento e Lega Nord con il 3,3 per cento.

I nuovi sondaggi politici dell’istituto Tecnè, realizzati in data 8-9 giugno e diffuso, in televisione, dalla trasmissione Matrix, in onda in seconda serata su Canale 5, fotografano una situazione politica simile a quella tratteggiata dai sondaggi di altri istituti. Il dato interessante è rappresentato dalle percentuali che le singole forze politiche raccolgono nelle diverse zone del Paese.

L’Italia, da sempre, non è un Paese omogeneo, compatto, sopratutto a livello politiche, e i dati elaborati dall’istituto ne sono un’ulteriore testimonianza. Netta, chiara. Una lezione che i partiti, quelli che ambiscono a vincere le prossime elezioni politiche, sono chiamati ad imparare a memoria. Sono state effettuate, stando ai dati stimati, 6.008 interviste. Questi i numeri.

M5S al 37 per cento al Sud e nelle isole

Nonostante i recenti risultati del primo turno delle elezioni amministrative non abbiano visto i candidati del Movimento 5 Stelle eccellere, i pentastellati continuano ad essere la forza politica di riferimento, grazie al 29,7 per cento strappato a giugno. Una percentuale che, nel Sud e nelle isole, raggiunge addirittura il 37,1 per cento. Una percentuale altissima, se contrapposta al 24,3 conquistato dal Pd. Lontanissime Forza Italia, al 18,3 per cento, e sopratutto Lega Nord, con soltanto il 3,3 per cento delle preferenze. Al centro e al nord in generale vince invece il Partito democratico, che fa registrare le migliori percentuali, con il 35, 30,8 e 28,8 per cento.

A livello nazionale

Prendendo come riferimento l’intero territorio, anche per il mese di giugno il Movimento 5 Stelle si conferma primo partito, con una percentuale pari al 29,7 per cento. In seconda posizione c’è il Partito democratico, che ha ridotto le distanze fino a guadagnare il 29,2 per cento. Mezzo punto percentuale separerebbe dunque i grillini dai democratici, con i pentastellati che, rispetto all’ultima rilevazione di maggio, hanno perso oltre un punto percentuale. Sostanzialmente immutato il quadro del Centrodestra, con Forza Italia davanti alla Lega Nord. Il partito di Silvio Berlusconi prende il 13,5 per cento delle preferenze, mentre la Lega il 12,1 per cento. Leggera flessione, invece per Fratelli d’Italia, che scende sotto il 4 per cento (3,8 rispetto al 4,5 di maggio).

Salgono Mdp e Sinistra Italiana, rispettivamente al 4,5 e 2,6 per cento. Stabile l’Ap di Angelino Alfano.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,
>