Sondaggi politici: lo scenario dell’ultima settimana

Andiamo a scoprire lo scenario dell'ultima settimana confrontando i sondaggi politici effettuati dagli istituti SWG e Ixè.

di , pubblicato il
Andiamo a scoprire lo scenario dell'ultima settimana confrontando i sondaggi politici effettuati dagli istituti SWG e Ixè.

Prima ancora del referendum sulle trivelle che di fatto ha premiato la linea del governo Renzi e la mancanza di voglia di andare alle urne degli elettori italiani, assenza di volontà che si rifletterà anche alle amministrative in alcuni casi, i sondaggi politici dell’ultima settimana disegnano degli scenari diversi, che si alternano tra la stabilità delle principali forze politiche, con un aumento della sfiducia da parte degli elettori, e un calo generalizzato dell’area di governo e soprattutto del Partito Democratico. Troppe le pressioni che deve subire il governo: dal caso Guidi allo stallo sulle pensioni, passando per un’analogia sempre più persistente tra l’attuale premier e il Cavalier Berlusconi, che disturba diversi elettori PD e non solo. Andiamo quindi a scoprire come si descrive lo scenario elettorale italiano analizzando gli ultimi sondaggi politici effettuati dagli istituti SWG e Ixè.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]#PD in calo secondo gli ultimi #sondaggipolitici[/tweet_box]  

Sondaggio SWG

Per l’istituto SWG il Partito Democratico perde una discreta percentuale di consensi questa settimana e ad approfittarne ci pensano le opposizioni, M5S su tutti. Il PD infatti lascia per strada 0,6 punti percentuali, scendendo così al 32,6%, e di questo calo se ne avvantaggia il Movimento 5 Stelle che non si lascia sfuggire l’occasione di recuperare punti sul vertice, guadagnandone 0,9 e salendo al 25,2%, ovvero a 7,4 punti percentuali di distanza dal PD.   Recuperano anche Lega Nord (+0,3%) e Forza Italia (+0,6%) e salgono rispettivamente al 14,9% e al 13% delle preferenze. Nell’area di governo fa buona figura Nuovo Centrodestra, che guadagna 0,2 punti percentuali che gli consentono di salire al 3,7%. In basso troviamo Fratelli d’Italia e Sinistra Italiana: entrambi perdono consensi questa settimana, scendendo rispettivamente al 3,6% e al 3,4%. Aumenta invece il tasso degli astensionisti, registrando la crescita più importante ed evidente dell’ultima rilevazione: +1,9%, per un totale di 44,9 punti percentuali.

 

Sondaggio Ixè

Diverso, ma altrettanto interessante, l’ultimo sondaggio Ixè, che registra risultati differenti, ma che risulta particolarmente importante per ciò che concerne il tasso di astensionismo e quello di affluenza alle urne, qualora si dovesse votare oggi. Cominciando dai consensi elettorali, il Partito Democratico perde 0,4 punti percentuali, calando al 33,1%; non ne approfitta il Movimento 5 Stelle che, perdendo la stessa variazione percentuale, scende al 25,4% e resta a distanza immutata dal vertice. Quindi troviamo Lega Nord (-0,2%) e Forza Italia (-0,5%), che scendono rispettivamente al 13,8% e al 9,9%.   La crescita più importante della settimana – una delle poche – la registra invece Sinistra Italiana, che guadagna 0,8 punti percentuali e sale al 6,1%. Cresce di 0,1 punti percentuali Fratelli d’Italia, che sale così al 4% dei consensi, mentre la crescita di Nuovo Centrodestra registrata da Ixè è pari a quella di SWG (+0,2%), ma per il primo istituto l’altro partito che forma il governo è al 2,9% della quota elettorale.   Sarà forse per la voglia di andare alle urne a votare per il referendum sulle trivelle – ma il quorum non è stato poi raggiunto – che il tasso di affluenza nell’ultima settimana è considerevolmente aumentato (+3,4%) salendo al 59%, se si dovesse votare oggi.

Di conseguenza è diminuito il tasso di astensionismo, ma per avere una conferma di questo aspetto bisognerà attendere il post-referendum, ovvero la settimana che viene appena di iniziare, per sondare se gli umori degli elettori italiani sono di nuovo tornati ai livelli di 2 settimane fa o se sono drasticamente mutati nei confronti delle urne elettorali.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>