Sondaggi politici Emg: cresce la Lega Nord in attesa del post Italicum

Sale la Lega Nord nelle intenzioni di voto degli italiani: i sondaggi politici Egm per TgLa7 dimostrano poche variazioni, ma nel giro di una settimana tutto potrebbe cambiare.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Sale la Lega Nord nelle intenzioni di voto degli italiani: i sondaggi politici Egm per TgLa7 dimostrano poche variazioni, ma nel giro di una settimana tutto potrebbe cambiare.

Manca poco: il post Italicum potrebbe generare delle conseguenze impreviste sullo scenario politico italiano. I sondaggi politici Egm del 20 aprile 2015 per il TgLa7 sono chiari: si smuove pochissimo, tranne la Lega Nord che abbandona lo stallo in cui si era imbarcata e riprendere a crescere. E non è un caso che questa crescita riprenda dopo la tragedia del’ultima strage dei migranti. Come ben sappiamo, le opinioni dei cittadini variano di giorno in giorno. In vista delle elezioni regionali che si terranno a maggio 2015, tuttavia, il quadro è ben chiaro e delineato, anche se tutto potrebbe cambiare nel giro di una settimana.   E così scopriamo che la maggiore crescita, e stiamo parlando semplicemente di 0,5 punti percentuali, spetta alla Lega Nord di Salvini, mentre sugli altri fronti la variazione rispetto alla scorsa settimana è davvero minima. Il Partito Democratico cala dello 0,1%, attestandosi a quota 35,2%, mentre Forza Italia cresce di 0,1 punti, arrivando al 12,2%. Stessa percentuale di crescita per Sel, che arriva così a quota 4,2%. Per il resto si registrano solo variazioni negative: FdI-An (-0,1%, al 4,9%), M5S (-0,2%, al 21,1%) e NCD-UDC (-0,3%, al 2,6%).   sondaggi-emg-1   Sul fronte delle intenzioni di voto per coalizione, il Centrosinistra resta con un trend invariato rispetto alla scorsa settimana, mantenendosi sul 40,5%, mentre il Centrodestra aumenta di 0,2 punti percentuali grazie alla spinta della Lega (35,7%): più in basso, scende il Movimento 5 Stelle (-0,2%, al 21,1%).   sondaggi-emg-2   Da non sottovalutare la schiera degli indecisi, che sale dello 0,5% rispetto a 7 giorni fa, raggiungendo quota 17,3%. Previsto invece un 41,3% relativo all’astensione (-0,6%) e un 2,7% di schede bianche (+0,2%).   sondaggi-emg-3   Il sondaggio ha analizzato anche le intenzioni di voto divise per fascia d’età e qui sopraggiungono dati interessanti: solo il 27% dei cittadini compresi tra i 18 e i 54 anni voterà Partito Democratico, mentre il 43,4% degli over 55 lo preferisce. Tra i giovani e maturi, è il Movimento 5 Stelle ad avere più voti, con il 29,3%. E se Forza Italia è preferita dal 14% (contro il 10,3% degli under 55), anche la Lega Nord è preferita dai giovani (17,2% contro il 14,6% degli over 55).   sondaggi-emg-4   E concludiamo con la fiducia nei leader: pochissime variazioni, con il Presidente della Repubblica Mattarella stabile al 51%. Anche Renzi stabile al 30%, mentre Salvini cresce del +1%, raggiungendo quota 23%. Stessa variazione positiva per Silvio Berlusconi (15%), mentre Alfano scende di 1 punto percentuale, calando al 10%.   sondaggi-emg-5   Insomma, la quiete prima della tempesta: chissà come potrebbero cambiare le cose fra una settimana…

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica