Sondaggi politici elettorali, referendum: dati scorporati elettori M5S, sinistra e destra – sorprese

Sorprese per i dati scorporati degli ultimi sondaggi politici elettorali sul referendum costituzionale: il M5S voterebbe anche per il 'SI'. Aggiornamenti e approfondimenti.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Sorprese per i dati scorporati degli ultimi sondaggi politici elettorali sul referendum costituzionale: il M5S voterebbe anche per il 'SI'. Aggiornamenti e approfondimenti.

Gli aggiornamenti sui sondaggi politici elettorali riguardanti l’ormai famoso referendum costituzionale sembrano indicare una situazione di assoluto stallo, con la maggioranza di astenuti e indecisi. Tra coloro che hanno risposto con un ‘SI’ o con un ‘NO’ si segnala una situazione di quasi parità, con coloro che non vogliono toccare la Costituzione in leggero vantaggio. I dati più interessanti, però, riguardano i dati disaggregati tra gli elettori di sinistra, gli elettori di destra e quelli del M5S. Si tratta, comunque, dei sondaggi politici elettorali Piepoli, di cui spiegheremo, in calce all’articolo, i criteri utilizzati per effettuare le rilevazioni.

Leggi anche: Elezioni USA: sondaggi positivi per Trump e sulla Clinton voci di cattiva salute

Sondaggi politici elettorali, referendum: il NO in leggerissimo vantaggio

La prima domanda posta dai sondaggi politici elettorali Piepoli è la seguente: “Se si dovesse votare oggi per il Referendum sulla Riforma Costituzionale, Lei pensa che voterebbe a favore o contro il referendum?”. I risultati sono i seguenti: il ‘NO’, cioè coloro che non modificherebbero la Costituzione, si attestano al 51%, mentre i ‘SI’ al 49%. Interessante, però, soprattutto il trend: soltanto nel mese di maggio i ‘SI’ erano addirittura al 56%, lasciando molto indietro i ‘NO’ con il 44%. Secondo i sondaggi Piepoli, dunque, si sarebbe avuta una inversione di tendenza radicale, il che potrebbe far pensare che il ‘NO’ possa continuare a crescere. Il governo Renzi, probabilmente, giocherà tutte le sue carte con la legge di stabilità: la riforma delle pensioni potrebbe essere il tavolo decisivo.

Sondaggi politici elettorali, referendum: dati scorporati elettori sinistra e destra

A suscitare il massimo interesse sono i dati scorporati riguardanti gli elettori di sinistra, di destra e del M5S. I sondaggi politici elettorali sul referendum restituiscono i seguenti dati:

  • elettori di sinistra: 24% di ‘SI’ e 13% di ‘NO’
  • elettori di destra: 16% di ‘SI’ e 20% di ‘NO’
  • M5S: 9% di ‘SI’ e 18% di ‘NO’

Si tratta di dati molto particolari: i più indecisi sono sicuramente gli elettori di destra, in quanto, secondo autorevoli costituzionalisti, si tratterebbe comunque di una riforma che dovrebbe piacere di più agli elettori proprio della destra. A stupire, però, sono i dati del M5S: un terzo dei suoi elettori voterebbe per il ‘SI’. Insomma, regna grande confusione.

Leggi anche: Referendum, Renzi anatra zoppa? Crisi M5S un’occasione a destra

Le procedure Piepoli per i sondaggi politici elettorali sul referendum

Importante anche conoscere come sono stati effettuati i sondaggi politici elettorali sul referendum. Il metodo è quello Cati/Cawi: interviste a circa 510 potenziali votanti su un campione di popolazione scelto perché rappresentativo per età, sesso e ripartizioni geografiche di residenza. Il margine di errore è sempre presente ed è intorno al 4%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica