Sondaggi politici Comunali 2016: chi scende e chi sale

Scopriamo cosa dicono gli ultimi sondaggi politici sulle comunali 2016 a Roma, Milano, Napoli e Torino: ecco le attuali intenzioni di voto.

di , pubblicato il
Scopriamo cosa dicono gli ultimi sondaggi politici sulle comunali 2016 a Roma, Milano, Napoli e Torino: ecco le attuali intenzioni di voto.

Mancano ormai poco più di due settimane al voto che chiamerà gli elettori a scegliere il proprio sindaco: gli ultimi sondaggi politici sulle elezioni comunali 2016 a Roma, Napoli e Milano mostrano qualche evidente sorpresa, soprattutto a Milano, dove Parisi ha superato il candidato rivale Sala. A Roma, invece, il Movimento 5 Stelle comincia a perdere punti dopo l’avanzata della Raggi e a guadagnarne però non è tanto il centrodestra, quanto il Partito Democratico con Giachetti. Il rientro di Fassina non mescola troppo le carte in tavola, visto che il candidato della Sinistra registra un considerevole abbassamento di consensi. A Napoli, invece, Luigi De Magistris consolida ulteriormente la sua posizione. A Torino si muove poco e nulla, con Chiara Appendino (M5S) che continua a recuperare un po’ su Piero Fassino, eleggendosi a rivale spigolosa nel ballottaggio. Andiamo quindi a scoprire gli ultimi sondaggi politici condotti da Index Research per la trasmissione di La 7 Piazza Pulita e scopriamo quali scenari si stanno profilando a Roma, Napoli, Milano e Torino.

  [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]Come cambia lo scenario a Roma, Napoli, Milano e Torino #sondaggipolitici[/tweet_box]  

Sondaggi Milano 2016

La sorpresa della settimana si registra sicuramente a Milano: nel capoluogo lombardo, infatti, il duetto di testa si capovolge e Stefano Parisi primeggia sopra Giuseppe Sala di mezzo punto percentuale. Il primo infatti raggiunge quota 38,5% dei consensi, mentre il secondo scivola al 38%. La situazione è dunque completamente rigirata rispetto alle rilevazioni del 9 maggio, dove Sala primeggiava su Parisi con la stessa distanza. Allo stesso tempo, alle loro spalle, Gianluca Corrado perde quota (-0,7%) scendendo al 15,3% delle preferenze, mentre Basilio Rizzo rosicchia un +0,2% in più, che gli consente di salire al 5,7% dei consensi. Il tasso di astensionismo è attualmente al 43%.  

Sondaggi Napoli 2016

Spostiamoci a Napoli per vedere come la situazione è cambiata in una settimana: un cambiamento si registra, ma non a livello di Milano. Nel capoluogo campano, infatti, Luigi De Magistris continua a consolidare la propria posizione, guadagnando 0,3 punti percentuali nell’ultima settimana e raggiungendo così quota 32,3%. Rosicchia un +0,1% anche Gianni Lettieri, che dal 27% passa al 27,1% delle preferenze. Alle sue spalle Valeria Valente aumenta le proprie chances dello 0,2%, arrivando a quota 22,2%: tutti questi guadagni sono a svantaggio del candidato M5S Matteo Brambilla, che rispetto all’ultima rilevazione perde mezzo punto percentuale, scivolando così a quota 14,5%.

Il tasso di astensionismo attuale a Napoli resta tuttavia abbastanza elevato, visto che si attesta al 52%.  

Sondaggi Torino 2016

A Torino la situazione resta piuttosto immutata, con Piero Fassino al 39,5% dei consensi, tallonato da Chiara Appendino, che invece continua a crescere, visto che è salita al 30,5% delle preferenze. Forse una percentuale che non impensierisce l’attuale sindaco uscente, ma che potrebbe però portargli vari problemi nel ballottaggio, visto che Giorgio Airaudo è ormai fuori da tutto al 9% delle preferenze. A chi andrebbero i suoi voti in caso di ballottaggio? Inoltre Fassino ha registrato un calo considerevole in circa 1 mese, con il M5S che ne ha approfittato recuperando diversi consensi. Da qui a due settimane chissà quello che può succedere.  

Sondaggi Roma 2016

Qualche piccola sorpresa questa settimana ce la riserva anche Roma, con l’avanzata di Virginia Raggi che si arresta un po’ e subisce anche un colpo, visto che in soli 7 giorni il M5S ha perso 1 punto percentuale, scivolando così a quota 27% delle preferenze. Ad approfittare di questa piccola caduta ci ha pensato subito l’esponente PD Roberto Giachetti che, guadagnando 1 punti percentuale, è salito a quota 23%, a sole 4 lunghezze di distanza dal vertice. Alle sue spalle troviamo Giorgia Meloni, stabile ormai da diverso tempo al 20% dei consensi, mentre Alfio Marchini guadagna un ulteriore mezzo punto percentuale che gli permette di salire al 19,5%. In fondo troviamo infine il reintegrato Stefano Fassina, che però perde 2,5 punti percentuali e si attesta a quota 5%. Il tasso di astensionismo attuale nella capitale si attesta invece al 49%: quasi 1 romano su 2 non andrà a votare. Almeno per il momento.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,