Sigarette, aumento corposo in arrivo? Ritocco accise e polemiche sulle multinazionali

Si va verso un nuovo aumento delle sigarette: quale la sua entità probabile, le motivazioni e le polemiche contro le multinazionali.

di , pubblicato il
Si va verso un nuovo aumento delle sigarette: quale la sua entità probabile, le motivazioni e le polemiche contro le multinazionali.

Si torna a parlare della manovra correttiva approvata dal Senato durante la settimana scorsa: il focus di oggi è intorno ai possibili aumenti cui potrebbero andare in contro sigarette, sigari e tabacco. Si tratta di un modo per fare cassa: secondo le previsioni, gli aumenti fiscali dovrebbero garantire all’Erario ben 83 milioni di euro nel 2017 per arrivare fino a 125 milioni di euro nel 2018. Non è ancora chiaro se gli aumenti verranno assorbiti e sostenuti dalle stesse multinazionali del tabacco, dunque senza aumento del costo del pacchetto di sigarette o di tabacco trinciato, oppure se l’accisa ricadrà direttamente sul consumatore.

Qui, Sigarette di contrabbando: quanto costano allo Stato ogni anno? Ecco le preferite e da dove provengono.

Aumenti sigarette in arrivo? La manovra del MEF

I tecnici dei Monopoli e del MEF ha deciso di distribuire il carico fiscale su ogni componente e dunque l’impatto si avrà su tutti i produttori più noti. Gli aumenti sono stati disciplinati in maniera tale da poter sfruttare a pieno le possibilità di aumento concesse dalla nuova normativa sulla tassazione tabacchi contenuto nel dlgs n. 188.

Per intenderci, l’aliquota di base è stata aumentata dello 0,4%, al di sotto del massimo concesso dalla legge che è di 0,5% e passerà dal 58,7% al 59,1%. Invece, l’aliquota ‘specifica’, la quota per ogni unità di prodotto, è aumentata, invece, proprio dello 0,5% (sempre il massimo consentito) ed è passata dal 10% al 10,5%. L’aumento, poi, per l’onere fiscale minimo sulle sigarette è stato di 5 euro, per cui per il Kg convenzionale si è passati da 170,54 euro a 175,54 euro; il prezzo del tabacco trinciato arriva a 120 euro e quello dei sigari a 30 euro.

Ecco Multe mozziconi sigarette in spiaggia: attenzione, costa caro abbandonarli.

Quanto aumenteranno le sigarette?

Ma quanto aumenteranno le sigarette? Non è dato saperlo, per il dubbio che abbiamo espresso poco sopra, cioè se le multinazionali sosterranno esse stesse il maggiore onere fiscale o lo caricheranno sui consumatori. Sembra comunque che gli aumenti, se ci saranno, saranno contenuti nell’ordine di circa 10 centesimi per ogni pacchetto da 20 sigarette: poco più per alcune marche e poco meno per quelle di fascia alta (come la Philip Morris). La scelta del governo, insomma, sembra penalizzare i produttori medi e favorire le multinazionali. Le polemiche, infatti, non mancano: secondo Forconi, responsabile di brand come Golden Virginia e Rizla, si sarebbe dovuta ritoccare piuttosto la tassazione sulle sigarette elettroniche.

Argomenti: , , ,